Home Archivio storico 1998-2013 Generico Alfabetizzazione motoria scuola primaria a.s. 2010/2011

Alfabetizzazione motoria scuola primaria a.s. 2010/2011

CONDIVIDI
  • Credion
Il progetto, che troverà la sua attuazione nel periodo 1° febbraio/31 maggio 2011, coinvolgerà tutte le Regioni e Province con lo svolgimento di due ore settimanali di attività in ciascuna delle classi coinvolte per un totale massimo di trenta ore e verrà attuato su tutto il territorio nazionale sotto la diretta responsabilità educativa dei docenti della scuola primaria cui viene affiancato un esperto di scienze motorie.
Sarà prevista una fase di formazione specifica rivolta agli esperti e ai supervisori coinvolti nella estensione del progetto e a coloro che eventualmente subentreranno in sostituzione di docenti utilizzati nel progetto pilota dell’anno scolastico scorso.
E in ultimo il progetto sarà oggetto di monitoraggio degli esiti al fine di perfezionare la sperimentazione nella sua prevista continuità triennale.
Come anticipato nella nota n. 5284 del 30 agosto 2010, è stata confermata la continuità progettuale nelle istituzioni scolastiche interessate dall’esperienza dell’alfabetizzazione motoria nel precedente anno scolastico. A tal fine gli stessi, i confermati o i nuovi inseriti, stipuleranno contratto di prestazione d’opera con il C.O.N.I. per svolgere le attività nel plesso loro assegnato per un massimo di trecento ore.
L’estensione delle esperienze di alfabetizzazione motoria ad altre Province si è resa possibile in relazione al finanziamento disposto, nella misura di 2,5 milioni di euro, dal Miur. A tale proposito, l’impossibilità di far confluire i fondi erogati dai due enti in una gestione unificata, inciderà sul numero dei nuovi plessi da coinvolgere. Infatti, i contratti stipulati dal C.O.N.I. prevedono che le prestazioni contrattuali vengano remunerate in regime di esenzione tributaria e contributiva. Agevolazione questa non applicabile ai contratti stipulati da organi dell’Amministrazione scolastica. Per consentire comunque una parità di trattamento, il costo orario dei singoli contratti sarà da considerare al “lordo Stato” e per realizzare l’effetto perequativo sarà necessaria una retribuzione lorda per un docente che svolga tutte le trecento ore previste, di 8.347,64 euro complessivi.
Per candidarsi, le scuole primarie interessate potranno presentare domanda secondo le indicazioni e le modalità saranno fornite da ogni singolo Ufficio scolastico regionale e comunque non oltre il 31 dicembre 2010.
Le candidature di esperti e supervisori dovranno invece pervenire entro il 5 gennaio 2011, mentre l’individuazione dei destinatari delle nomine dovrà essere effettuata non oltre il 14 gennaio 2011.
Il periodo successivo a tale data ed antecedente l’avvio delle attività (1 febbraio 2011) sarà destinato all’organizzazione delle iniziative di formazione.