Home Attualità Androidi, intelligenza artificiale e nuove professioni: l’innovazione passa per RomeCup 2018

Androidi, intelligenza artificiale e nuove professioni: l’innovazione passa per RomeCup 2018

CONDIVIDI
  • Credion

Parte nella Capitale RomeCup edizione 2018, la manifestazione in programma dal 16 al 18 Aprile promossa da Fondazione Mondo Digitale: l’evento quest’anno vede il coinvolgimento dell’Università Campus Bio-Medico di Roma, con l’intento di diffondere innovazione collegando insieme in unico tavolo virtuale scuole, Università centri di ricerca aziende e istituzioni. La manifestazione ha l’obiettivo di avvicinare dunque, le nuove generazioni allo studio delle materie scientifiche sviluppando le competenze e i profili professionali necessari per creare occupazione.

Una dodicesima edizione molto ricca che si presenta sui nastri di partenza avvalendosi di tanti main partner come Tim, Olivetti, Enea Inail e il Patrocinio di Regione Lazio e Roma Capitale.

Icotea

Una manifestazione multi evento

RomeCup è una manifestazione multi evento con un area convegni con conferenze, ma anche talk interattivi e di orientamento per le scuole e contest creativi universitari; percorsi di alternanza scuola e lavoro, è presente inoltre un’ area espositiva con prototipi realizzati da studenti, centri di ricerca, università, aziende e startup; e laboratori e competizioni di robotica con selezione delle squadre italiane che parteciperanno ai mondiali di robotica in Canada.

Sono attesi oltre 5.000 studenti dopo che l’edizione del 2017 aveva visto la partecipazione di ben142 team di studenti e oltre 3000 studenti. Si parlerà di Intelligenza artificiale, robotica, cyborg, in sostanza di tutto ciò che sta cambiando la nostra idea di “umano”. E quindi gli impatti relativi su questo cambiamento: mercato del lavoro, nuove opportunità professionali legate a queste nuove tecnologie presenti nell’ambito dell’industria 4.0, quali gli ambiti impattati (ambito medico, casalingo, educativo) , nuovi modi di fare formazione, nuovi percorsi educativi.

Altro aspetto rilevante saranno le analisi e gli approfondimenti sulla convergenza di diverse discipline che queste nuove tecnologie portano con se: meccatronica e bionica si mescolano ad esempio con le neuroscienze e la medicina.

La testimonianza

Alessandro ricercatore presso la sezione di Meccanica applicata presenterà il suo Drone subacqueo FeelHippo in grado di aiutare i soccorritori in tutte le emergenze (terremoti, alluvioni), mentre Yari esperto di disegno meccanico anticiperà il terzo prototipo di Oplà un sistema integrato di scansione e progettazione assistita per la realizzazione di Gessi stampati in 3D da usare in ambiente pediatrico.

Parteciperà per la prima volta anche il settore “scienza della vita” una delle eccellenze della Regione Lazio per creare, si legge in una nota del sito della manifestazione “ nuove interconnessioni per la robotica industriale e di servizio”, realizzando la sessione “Digitlife strategy workout” che propone sessioni di lavoro dedicate proprio alle scienza della vita in cui saranno protagonisti , ospedali, università centri di ricerca startup e PMI protagonisti dell’open innovation.

Molto interessante e ricca l’area espositiva con numerosi ITIS e università che hanno risposto presente all’appello (vedi agenda).

Una occasione per approfondire e toccare con mano i nuovi percorsi che robotica e Intelligenza Artificiale stanno portando avanti.