Home Sicurezza ed edilizia scolastica Appalti, M5S: Antitrust adesso indaghi anche su scuole belle

Appalti, M5S: Antitrust adesso indaghi anche su scuole belle

CONDIVIDI

“Ci auguriamo che l’Antitrust avvii al piùpresto, insieme alle forze dell’ordine, un accertamento anche nei confronti delle società che si stanno avvalendo dei fondi messi a disposizione dal Governo per il progetto “Scuole Belle” Lo afferma il Gruppo del Movimento 5 Stelle alla Camera.

“I lavori per le Scuole Belle sono stati assegnati, in forma diretta, senza gara di appalto, alle stesse ditte di pulizia oggetto del procedimentoistruttorio appena avviato dall’Authority, volto a verificare se ci sia stato un coordinamento-cartello finalizzato alla spartizione l’affidamento di servizi di pulizia nelle scuole e nei centri di formazione nella Pa. In particolare, i fondi sono stati assegnati senza predisporre alcuna gara, ma direttamente attraverso una delibera Cipe che ha assegnato 110 milioni di euro.

Icotea

L’attoappena promosso dall’Antitrust  non ci sorprende affatto. Da mesi in Parlamento i colleghi della commissione Cultura denunciano attraverso atti parlamentari la scellerata scelta dell’esternalizzazioni dei servizi di pulizie riproposta nel Decreto de Fare dal governo Letta.

Alla luce dei fatti appena avvenuti il deputato M5S in commissione Cultura Gallo intende “portare al più presto il tema in Aula con un’interrogazione”.