Home Precari Arrivano formazione iniziale e tirocinio

Arrivano formazione iniziale e tirocinio

CONDIVIDI

Se il  Governo si sta impegnando a svuotare le graduatorie del concorso 2016, degli abilitati (GaE e II fascia d’istituto) e ad avviare alla stabilizzazione precari con 36 mesi di servizio, includendoli nelle nuove G.R.A.M.E. come arriveranno i  precari à all’assunzione a tempo indeterminato?  Secondo quanto scrive Anief ciò accadrebbe attraverso un percorso di tirocinio. I precari in altre parole verranno pagati durante la fase di formazione, permettendo di avere finalmente procedure prestabilite, chiare e regolari nel tempo.

Niente più dunque  abilitazione all’insegnamento: con lo schema di decreto legislativo recante il riordino, l’adeguamento e la semplificazione del sistema di formazione iniziale e di accesso nei ruoli di docente (Atto n. 377), scompare quel percorso a pagamento che apriva la strada verso il ruolo: all’assunzione in ruolo si arriverà gradualmente attraverso un percorso di tirocinio.

Icotea

 

{loadposition deleghe-107}

 

Si tratterebbe di un nuovo sistema attraverso il quale, precisa Anief, per i docenti già in possesso di abilitazione e per chi potrà vantare 36 mesi di servizio alla data di approvazione del decreto, è prevista una fase transitoria per arrivare all’immissione in ruolo. “Per gli altri docenti invece sarà necessario, dopo aver acquisito la laurea magistrale, superare un concorso e quindi accedere ad un contratto triennale retribuito di formazione, chiamato appunto FIT (formazione iniziale e tirocinio), con valutazioni in itinere e finali delle competenze e delle attitudini professionali degli aspiranti docenti. Il primo concorso sarebbe  previsto per il 2018, poi partirà il percorso triennale”.