Home Attualità Asili nido, Toccafondi: “Videosorveglianza no, controlli e formazione sì”

Asili nido, Toccafondi: “Videosorveglianza no, controlli e formazione sì”

CONDIVIDI

“Il giacobinismo alla fine ha portato sulla ghigliottina gli stessi giacobini, per questo il buon senso è sempre preferibile alla demagogia” così il deputato di Civica Popolare, Gabriele Toccafondi, commenta l’approvazione da parte della Camera della nuova legge sulla videosorveglianza in asili nido e Residenze sanitarie assistite.

“La proposta di legge votata alla Camera – spiega il parlamentare fiorentino – ha molti punti positivi: dalla formazione alla valutazione, dai concorsi e quindi dalla selezione alle verifiche sulle strutture. Ma l’art. 5 della legge prevede la possibilità di installare telecamere in ogni stanza e angolo delle strutture. Una risposta costosissima e impraticabile che non aiuta e non risolve i problemi di sicurezza. Meglio, molto meglio lavorare ed investire su formazione, selezione, controlli. Non possiamo permetterci di far decadere nel sospetto permanente i rapporti fra familiari dei bambini e degli anziani e insegnanti e operatori”.

“Per affrontare il tema reale dei maltrattamenti in strutture per infanzia e anziani non dobbiamo usare la demagogia giacobina, ma il buonsenso. Serve serietà e serve investire sulle strutture e sulla selezione e formazione degli educatori e operatori che non possono essere considerati dei criminali da tenere costantemente sotto i riflettori, ma professionisti da aiutare e seguire nel loro lavoro quotidiano” conclude Toccafondi.

ICOTEA_19_dentro articolo