Home Estero Assistenti di lingua straniera: come saranno assegnati alle scuole?

Assistenti di lingua straniera: come saranno assegnati alle scuole?

CONDIVIDI

Nell’ambito del Programma di scambio di assistenti di lingua straniera, promosso dal Miur in attuazione dei protocolli esecutivi degli Accordi culturali tra l’Italia e Austria, Belgio, Francia, Regno Unito, Irlanda, Germania e Spagna, anche per il prossimo anno scolastico un limitato numero di scuole italiane avrà l’opportunità di accogliere un assistente di lingua straniera (inglese, francese, spagnolo e tedesco).

Nello specifico gli assistenti saranno 220, provenienti dai seguenti Paesi:

Icotea

a) Ripartizione per paese di provenienza:

  • Austria n. 20;
  • Belgio (comunità francofona) n. 3;
  • Francia n. 98;
  • Irlanda n. 6;
  • Regno Unito n. 53;
  • Germania n. 20;
  • Spagna n. 20.

 

{loadposition carta-docente}

 

L’assistente di lingua è un giovane laureato, o studente universitario, con una conoscenza di base della lingua italiana, che viene selezionato nel paese europeo di provenienza per svolgere attività didattiche in classe, affiancando il docente di lingua e cultura straniera per 12 ore settimanali nel corso di un periodo di tempo che può variare da un minimo di 6 mesi fino a un massimo di 8 mesi.

Gli Uffici scolastici regionali, entro il 24 marzo 2017, invieranno al Miur l’elenco delle istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado che accoglieranno l’assistente di lingua per l’a.s. 2017/2018, individuate secondo i criteri e le procedure specificate nella nota 1989 del 23/02/2017.

Gli Uffici dovranno comunicare alle scuole l’inclusione nell’elenco degli istituti scolastici assegnatari e le modalità da seguire per presentare la richiesta di assegnazione on-line in tempo utile, ovvero, entro il 3 aprile 2017, attraverso la compilazione di un modulo di partecipazione che sarà disponibile sul sito del MIUR alla pagina dedicata.

 

{loadposition facebook}