Home Archivio storico 1998-2013 Generico Autonomia scolastica, assegnazioni di dirigenti e docenti

Autonomia scolastica, assegnazioni di dirigenti e docenti

CONDIVIDI


Le assegnazioni di dirigenti scolastici e di docenti per lo svolgimento dei compiti connessi con l’attuazione dell’autonomia scolastica comportano il collocamento in posizione di fuori ruolo del personale interessato.

Il personale collocato fuori ruolo deve aver superato il periodo di prova. I docenti e i dirigenti scolastici, all’atto del rientro in ruolo, hanno priorità di scelta tra le sedi disponibili. Qualora il collocamento fuori ruolo abbia avuto durata non superiore ad un anno scolastico essi sono assegnati alla sede nella quale erano titolari all’atto del collocamento fuori ruolo.
Questo ed altro è stabilito nelle due circolari ministeriali nn. 28 e 29 emanate 14 febbraio 2005.

Nelle circolari vengono spiegate le modalità e i criteri di valutazione per partecipare alle assegnazioni e nella circolare n. 28, nell’allegato 1, il contingente dei posti assegnati all’amministrazione scolastica centrale e periferica è ripartito per Uffici scolastici regionali in un’apposita tabella.

Gli enti e le associazioni che svolgono attività di prevenzione del disagio psico-sociale, assistenza, cura, riabilitazione e reinserimento di tossicodipendenti e le associazioni professionali dei dirigenti scolastici e del personale docente ed enti cooperativi da esse promossi, nonché gli enti e istituzioni che svolgono, per loro finalità istituzionale, impegni nel campo della formazione e della ricerca educativa e didattica dovranno presentare domanda (al Miur – Dipartimento per l’istruzione – Ufficio IV) entro il 10 marzo 2005.

La Circolare ministeriale n. 29, rifacendosi all’art. 26, comma 10, della legge 28 dicembre 1998, n. 448, dispone, anche, per la formazione di comandi di durata annuale che le Università degli Studi e altri istituti di istruzione superiore, Associazioni professionali del personale direttivo e docente ed Enti cooperativi da esse promossi, nonché gli Enti, Istituzioni o Amministrazioni che svolgono, per loro finalità istituzionale, impegni nel campo della formazione e in campo culturale e artistico, possono richiedere, con oneri interamente a loro carico. I comandi, dei dirigenti scolastici e del personale docente ed educativo, che hanno complessivamente durata superiore ad un anno scolastico comportano la perdita della sede di titolarità.

Le Università e gli enti interessati dovranno inoltrare richiesta, esclusivamente al Direttore Generale dell’ufficio scolastico regionale, entro 15 marzo 2005.

Il personale interessato alle assegnazioni con decorrenza dell’anno scolastico 2005/2006 dovrà, invece, presentare domanda entro il 30 aprile 2005.

Per visionare le circolari ministeriali nn. 28 e 29 del 14 febbraio 2005, consulta "Ulteriori approfondimenti".

Icotea