Home Archivio storico 1998-2013 Estero Avviate le procedure per bandire nella prossima primavera un nuovo concorso a...

Avviate le procedure per bandire nella prossima primavera un nuovo concorso a cattedra

CONDIVIDI
  • Credion

Il prossimo concorso per l’assunzione di insegnanti nella scuola pubblica che dovrebbe essere bandito in primavera, ci tiene a sottolineare il Ministro dimissionario, è un processo avviato, ma sarà una responsabilità del nuovo governo e del nuovo Parlamento. Il ministro vuole fare sapere che ha fatto tutto quello che poteva fare e anche di più, evidenziando che in qualità di dipendente della pubblica amministrazione continuerà a lavorare fino all’ultimo giorno del suo mandato.
Nello specifico Profumo ha indicato che in merito al nuovo concorso per assunzioni nella scuola, atteso per la prossima primavera, si stanno facendo i conti, ed in particolare, tenendo conto degli organici del prossimo triennio , si sta stabilendo il numero di posti disponibili nel periodo 2015-2017 che è relativamente buono e dovrebbe essere più o meno simile a quello del precedente concorso. Dopo questo nuovo concorso che segue quello appena bandito con DDG n. 82 del 24/9/2012, verrà bandito un concorso a cattedra ogni due anni, per le regioni e le classi di concorso per cui si rendono disponibili posti vacanti. Non è chiaro, perché Profumo non lo ha specificato, quale sia il regolamento per questa procedura concorsuale, visto che le bozze che aveva presentato in passato ai sindacati, erano parse inopportune e inaccettabili.
Viste le contrarietà sui regolamenti delle procedure avanzate dai sindacati, l’auspicio di Profumo è che il nuovo governo e il nuovo Parlamento non blocchino l’operazione ormai avviata. Quindi si continua sulla strada dei concorsi a cattedra, rallentando in questa maniera l’accesso ai ruoli dei precari storici, dalle graduatorie ad esaurimento.