Home Attualità Bianchi: “Pronti a ripartire il 13 con neo assunti, green pass e...

Bianchi: “Pronti a ripartire il 13 con neo assunti, green pass e in presenza”

CONDIVIDI
  • Credion

Riapertura scuole in presenza, vaccini, green pass e tanto altro. Sono stati i temi toccati dal ministro dell’istruzione Patrizio Bianchi, intervenuto a SkyTg24:

“Il 92% di tutto il personale scolastico si è vaccinato e considerato che una buona parte del resto ha dei motivi di salute e non può vaccinarsi, abbiamo toccato con mano che il numero dei no vax è ridotto. I nostri ragazzi per i 2/3 sono vaccinati. Dico a loro di vaccinarsi per loro e per i loro compagni, per le loro famiglie. Abbiamo tutto il personale pronto per ripartire il 13, abbiamo fatto investimenti importanti sulle strutture, abbiamo un commissario che farà uno screening, verifica a campione sui bambini tra i 6 e i 14 anni. È importantissimo che i nostri ragazzi abbiano questo equilibrio psichico che la presenza permette loro. Le scuole le riapriamo, sono sicure, c’è uno studio del Bambin Gesù che lo dice però non dobbiamo abbassare la guardia e vaccinarci tutti. In alcuni Regioni siamo quasi al 100%. Facciamo appello alla maturità di tutti”.

Green pass, piattaforma e sospensioni

“Coloro che non hanno il green pass o un certificato che ne prova la condizione di salute per esserne esenti, saranno sospesi perché non possiamo mettere a rischio i nostri ragazzi e il nostro personale. Questa è la linea del governo ed è una linea abbastanza chiara”.

“La scuola ha aperto il 1° settembre – spiega il ministro – e la situazione dopo una breve routine è tranquilla. Una piattaforma, a partire dal 13 settembre, permetterà di controllare la situazione del personale la mattina. Il preside, aprirà il suo computer avrà la lista del personale quel giorno presente con una luce rossa o verde, senza possibilità di cumulare i dati perché c’è la tutela dei privacy. In questo modo aiutiamo i dirigenti scolastici ma tuteliamo chi non può vaccinarsi”.

Mascherina e vaccinazioni

“Nel decreto 11 del 6 agosto – afferma il ministro – è previsto in modo chiaro che occorre la mascherina ma è prevista anche una deroga cioè che in una classe di tutti vaccinati è possibile togliere la mascherina. Servono però delle linee guida che stiamo scrivendo insieme al ministro della salute e al garante della privacy”.

“Il commissario Figliuolo sta favorendo in ogni modo le vaccinazioni dei ragazzi, sono state tolte le prenotazioni. Abbiamo tenuto aperte le scuole d’estate e fatto gli esami in presenza. Il nostro Paese dovrebbe avere più fiducia in sé stesso”.

59mila assunzioni, 13mila di sostegno

“Completeremo l’assunzione di coloro che hanno incarichi annuali. Ci sarà un numero elevato di insegnanti di sostegno, ce ne sono 13mila. L’anno scorso vennero assunti 19mila insegnanti contro i 59mila di quest’anno”.