Home Generale Boom di cibo biologico nelle mense scolastiche

Boom di cibo biologico nelle mense scolastiche

CONDIVIDI
webaccademia 2020

Nelle mense scolastiche italiane si mangia sempre più biologico. A dirlo è la Fedagri – Confcooperative sulla base dei dati Biobank, anticipando i dati che saranno presentati il 30 settembre in un convegno all’Expo.

Si è passati da 839 strutture di 10 anni fa a 1.249 del 2014, registrando un incremento del 43% solamente negli ultimi quattro anni.
Le Regioni leader per numero di mense scolastiche sono la Lombardia (224), il Veneto (192) e l’Emilia Romagna (172), mentre il totale dei pasti giornalieri serviti a livello nazionale è pari a 1,2 milioni. In 290 mense (il 23%) viene comunque utilizzata una percentuale di almeno il 70% di materie prime bio.
”Il trend è senz’altro positivo, ma molto si può ancora fare per incrementare l’impiego di prodotti bio nelle mense scolastiche e in genere nella ristorazione collettiva – spiega Andrea Bertoldi, coordinatore del settore bio dell’Alleanza delle cooperative agroalimentari – se si considera che oltre 10 milioni di italiani, la gran parte dei quali sono bambini e ragazzi, pranza regolarmente fuori casa ogni giorno si può ben comprendere quanto è importante garantire cibi sani e di qualità anche fuori casa”.
Al convegno del 30 settembre, al quale sarà presente il vice ministro del Mipaaf Andrea Olivero, sarà presentato il libro sulla vita di Gino Girolomoni, padre fondatore del biologico in Italia.

ICOTEA_19_dentro articolo
Preparazione concorso ordinario inglese