Home Archivio storico 1998-2013 Generico Borse di studio in favore delle vittime del terrorismo e della criminalità...

Borse di studio in favore delle vittime del terrorismo e della criminalità organizzata

CONDIVIDI
  • Credion
L’anticipazione è contenuta in un comunicato pubblicato sul sito del Governo, che illustra brevemente i due bandi: il primo riguarda l’assegnazione di borse di studio, riservate agli studenti della scuola primaria e secondaria di primo grado e secondo grado riferite all’anno scolastico 2009/2010,  di cui al Dpcm – Segretario Generale – del 3 novembre 2010, registrato al n. 3775 il 16/11/2010; il secondo è per l’assegnazione di borse di studio, riservate agli studenti dei corsi di laurea, laurea specialistica/magistrale a ciclo unico e non, agli studenti dei corsi delle istituzioni per l’alta formazione artistica, musicale e coreutica (Afam) ed alle scuole di specializzazione, con esclusione di quelle retribuite, riferite all’anno accademico 2009/2010, di cui al Dpcm – Segretario Generale -del 3 novembre 2010, registrato al n. 3776 il 16/11/2010.
La procedura per l’assegnazione delle borse di studio è analoga ad una procedura concorsuale, che prevede alcuni criteri particolari di selezione, tra i quali la promozione alla classe superiore e il superamento di almeno due esami universitari, utili ai fini della predisposizione di tre graduatorie approvate dal Segretario Generale della Presidenza del Consiglio dei Ministri: la prima relativa alle scuole elementari e medie inferiori, la seconda alle scuole medie superiori e la terza, infine, all’Università. I requisiti di merito scolastico non sono richiesti per i soggetti con disabilità.

Le domande dovranno essere presentate entro 30 giorni dalla pubblicazione in Gazzetta ufficiale dei bandi e indirizzate alla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per il Coordinamento Amministrativo – Ufficio Accettazione Palazzo Chigi – Via dell’Impresa n. 91 – 00187 Roma.