Home Archivio storico 1998-2013 Generico Bravo è bello, parte il programma ministeriale per premiare le eccellenze

Bravo è bello, parte il programma ministeriale per premiare le eccellenze

CONDIVIDI
  • Credion

“Bravo è bello”: con questo slogan il Ministero della Pubblica Istruzione lancia il programma di sostegno e incentivazione dell’eccellenza previsto da una disposizione contenuta nella legge n. 1/2007 sul nuovo esame di Stato. 
A partire dal terzo anno della scuola superiore gli studenti migliori potranno ottenere un vero e proprio “certificato di eccellenza” che darà accesso non solo a crediti formativi ma anche a incentivi di diverso genere (benefici di tipo economico, tirocini formativi, viaggi di istruzione, accreditamenti per l’accesso a biblioteche, musei e altri luoghi di cultura). Il decreto ministeriale è già stato approvato in via preliminare nel corso della seduta del Consiglio dei Ministri del 20 luglio scorso.
Per rendere possibile il coinvolgimento di tutti gli studenti e la verifica dei livelli di conoscenza e saperi, le eccellenze verranno accertate attraverso l’organizzazione di momenti di confronto e di competizione (olimpiadi, certamina, competizioni nazionali, ecc.), organizzati per gradi, dalla singola istituzione scolastica a quelli provinciali e regionali, fino alle gare di livello nazionale.
Le iniziative per il riconoscimento delle eccellenze dovranno fare riferimento ad un’autorità scientifica significativa (università, accademie, istituti di alta ricerca, organizzazioni professionali) che garantisca validità alle valutazioni dei risultati conseguiti.
Gli studenti che hanno ottenuto le certificazioni di eccellenza saranno inseriti dal Ministero in un albo nazionale; con il consenso degli interessati gli elenchi degli studenti potranno essere resi disponibili per le università, le istituzioni di ricerca e le imprese.
Alla realizzazione del programma il Ministero destinerà 5milioni di euro, come previsto dalla legge sul nuovo esame di Stato.
Le disposizioni del decreto si applicano a partire dall’anno scolastico 2007-2008 ma alcuni benefici sono previsti già per gli studenti che hanno conseguito la lode al termine dell’esame di Stato che si è appena concluso.