Home Politica scolastica Buona Scuola da cambiare, la sinistra PD: basta arroganza, ascoltiamo i docenti

Buona Scuola da cambiare, la sinistra PD: basta arroganza, ascoltiamo i docenti

CONDIVIDI
  • Credion

Rivedere la Buona Scuola e dare ascolto alle richieste dei docenti è l’unico modo per ricucire con gli insegnanti della scuola pubblica.

Lo sostiene con insistenza l’ala più a sinistra del Partito Democratico, che fa capo a Roberto Speranza.

Icotea

Il quale, dal suo profilo Facebook, scrive: “ascoltare insegnanti e studenti è l’unica strada per ricucire lo strappo che c’è stato con il mondo della scuola”.

Il futuro del Partito Democratico, quindi, appare sempre più legato a doppio filo alle sorti della riforma della scuola e alle richieste degli insegnanti.

{loadposition deleghe-107}

 

Secondo Speranza, la soluzione per tornare a riscuotere consensi sarebbe a portata di mano: la modifica delle leggi delega, ancora per alcune settimane al vaglio delle commissioni di competenza di entrambi i rami del Parlamento: “spero che il confronto aperto in Commissione alla Camera porti buoni risultati. Serve umiltà. Non arroganza”, ha detto ancora il rappresentante dem alternativo a Renzi.

Quello espresso dal leader della Sinistra Pd non è un concetto nuovo: già un paio di mesi fa, Speranza disse che “il Pd sa di aver sbagliato la 107/15: rivediamola e riapriamo il dialogo coi docenti”. Ora, che il confronto con l’ex premier Renzi si fa sempre più duro, è tornato alla carica.

 

{loadposition carta-docente}