Home I lettori ci scrivono Caro Mentana, ecco le domande che avrei posto alla Ministra Azzolina

Caro Mentana, ecco le domande che avrei posto alla Ministra Azzolina

CONDIVIDI
webaccademia 2020

Gentile Direttore E. Mentana,

vorrei sapere come mai durante l’intervista alla ministra Azzolina le sue domande sono state molto “morbide”.

Come mai non le ha chiesto alla ministra perché ha cambiato posizione in merito alla questione assunzione docenti, quando la ministra era una sindacalista Anief chiedeva l’assunzione tramite titoli e servizi, oggi nella veste di ministra chiede a gran voce l’assunzione tramite concorso?

ICOTEA_19_dentro articolo

Come mai quando la ministra parlava del concorso docenti che sarà svolto in piena sicurezza covid, lei non le ha fatto presente che alcuni -molti, in realtà- aspiranti docenti dovranno concorrere fuori regione?

Come mai quando la ministra affermava che la prova del concorso dura 150 minuti, lei non le ha detto che in ogni caso per quei giorni i docenti mancheranno uno o più giorni in classe…Ci vuole tempo per raggiungere le sedi del concorso, in genere noi precari/aspiranti docenti ci muoviamo con bus e aerei di linea…ancora ahimè non abbiamo sviluppato il teletrasporto.

Come mai non le ha chiesto se una prova di 150 minuti sia sufficiente per provare le competenze?

Come mai non le ha chiesto perché molte scuole fanno orario ridotto per mancanza di docenti e i supplenti sono a casa? Da questo ne consegue che lo Stato sta offrendo parzialmente il diritto all’istruzione.

Nei mesi estivi come mai non sono state ristrutturate e sistemate le scuole?

Come mai la scuola viene formalmente disciplinata dalla legge 107 ma di fatto non è rimasto nulla della legge sopracitata?

Vede le domande sono molte, non sarebbe il caso quando un ministro di un dicastero così importante come quello della Pubblica Istruzione venga intervistato con delle domande mirate?

Perché parlare di una “istruzione buona” è mera retorica, perché prendere come riferimento i dati OCSE- PISA per affermare che la qualità dei docenti non è alta, è una affermazione offensiva.

Quando la ministra parla di medici e insegnanti, come mai non le ha chiesto perché i secondi non hanno un sistema chiaro e lineare di formazione-reclutamento-assunzione?

Chiedo per critica e per conoscenza.

Tatiana Sottile

Preparazione concorso ordinario inglese