Home I lettori ci scrivono Caro Renzi, le immissioni in ruolo sono state un ricatto!

Caro Renzi, le immissioni in ruolo sono state un ricatto!

CONDIVIDI

Scrivo per smentire la clamorosa bugia detta dal “Signor” Renzi pubblicamente senza pensare di offendere le migliaia di famiglie distrutte dal piano straordinario di assunzione ideato senza un progetto a monte, fatto senza un criterio ragionato (mi voglio illudere che sia stato pensato da gente incompetente, piuttosto che pensare che sia stato progettato con un piano ben definito e a noi ignoto) ed eseguito come una esecuzione a freddo…io immessa in fase C da Gae dalla Sicilia alla Liguria dopo 15 anni di precariato!

Dovrebbe essere un momento di gioia x tanti , ma si è trasformato in un incubo x molti, senza distinzioni di fasi o fasce o numeri…tutti, la maggior parte ( e i numeri veri non sono quelli di cui parlano al ministero o di cui parlano sindacati, che hanno fatto la loro grande parte) DEPORTATI dalle loro famiglie a più di 1000 km! Chiedere ad una madre o ad un padre di gioire di lasciare, senza scelta se non quella DI ESSERE CANCELLATI DA QUALSIASI GRADUATORIA, la propria provincia, la propria regione, la propria casa e soprattutto la propria famiglia con figli ( la media degli immessi è tra i 40/55 anni ) è diabolico!

Icotea

In questa legge di trasparente c’era solo la volontà di creare disagio, panico tra la categoria degli insegnanti creando anche ulteriore guerra tra poveri dividendoci in fasi privilegiate e non…ma il tiro con i dadi in questo gioco non è finito perché con la “famosa” mobilità straordinaria, con cui ci hanno improsciuttato gli occhi, si riparte dalla casella di partenza e per andare…non si sa dove! ( dimenticavo che ci fanno la grazia di farci scegliere, in ordine di preferenza, l’ambito territoriale, nel quale vogliamo essere deportati…questo è ciò che faremo noi di fase C da Gae)!

Molti ci dicono che nessuno ci ha obbligato a fare domanda e che lo sapevamo …io dico che non è così!!! Ci hanno obbligato a fare domanda x il semplice motivo che dopo 15 anni di attesa tutto sarebbe sfumato se non l’avessimo fatta… si parlava di cancellazioni delle graduatorie (GaE) e, una volta fatta ecco la TRAPPOLA: “chi non accettava la provincia in cui sarebbe stata/o deportato/o sarebbe stata cancellata da tutte le graduatorie…loro l’hanno chiamata scelta…io lo chiamo “ricatto”!