Home Aggiornamento docenti Carta docente, bonus erogato a novembre e dicembre 2016: rendicontazione entro il...

Carta docente, bonus erogato a novembre e dicembre 2016: rendicontazione entro il 31/8/2017

CONDIVIDI
  • Credion

Con la nota prot. n. 3761 del 22 febbraio 2017 il Miur ha fornito indicazioni per la rendicontazione della carta del docente riferita all’anno scolastico 2015/2016, per quei docenti il cui bonus è stato erogato nei mesi di novembre e dicembre 2016.

Tale personale deve rendicontare la spesa sostenuta con le modalità previste dalla nota MIUR n. 12228 del 29 agosto 2016, entro il 31 agosto 2017.

Icotea

Le somme non rendicontate e le somme non rendicontate correttamente o eventualmente utilizzate per spese inammissibili, saranno recuperate a valere sulle risorse disponibili sulla Carta con l’erogazione riferita all’anno scolastico successivo.

Per la rendicontazione, è necessario utilizzare esclusivamente i modelli B allegati alla nota MIUR, che le scuole dovranno successivamente trasmettere agli Uffici scolastici regionali territorialmente competenti.

Per la corretta compilazione è necessario tener presente che:

  • nella colonna “totale importo speso” va indicata la spesa complessiva risultante dalla dichiarazione presentata alla scuola dal docente con il modello A;
  • nella colonna “totale importo rendicontato” va indicata la spesa rendicontata fino ad un importo massimo di Euro 500, poiché costituisce oggetto di rendicontazione esclusivamente la somma resa disponibile mediante l’erogazione del bonus;
  • nell’ultima colonna “tra le spese rendicontate indicare l’importo di eventuali spese per acquisto di beni o servizi inammissibili, non rientranti nell’elenco di cui all’articolo 4 del DPCM 23/9/2015 “, vanno inseriti gli importi delle eventuali spese inammissibili e/o non rendicontate correttamente con riferimento alla somma di euro 500.

 

{loadposition carta-docente}

 

 

Tali importi, saranno poi successivamente comunicati alla società Sogei, per essere scalati dall’emissione del prossimo bonus docenti nel successivo anno scolastico.

Come esempi per la compilazione, il Miur riporta i seguenti casi, con particolare riferimento ai dati da inserire nell’ultima colonna del citato modello B:

  • Speso 600 Euro di acquisto hardware e software, rendicontato 500 Euro, ma è stata acquistata una stampante da 80 Euro: nell’ultima colonna va indicato zero;
  • Speso 510 Euro di acquisto hardware e software, rendicontato 500 Euro, ma è stata acquistata una fodera per PC da 20 Euro: inserire 10 Euro nell’ultima colonna;

Le spese inammissibili sono elencate all’articolo 4 del DPCM 23 settembre 2015, alla conseguente circolare 12228 del 29 agosto 2016 e alle FAQ del MIUR.

 

{loadposition facebook}