Home Politica scolastica Caso McDonald’s, Faraone risponde per le rime al M5S: polemica ridicola

Caso McDonald’s, Faraone risponde per le rime al M5S: polemica ridicola

CONDIVIDI

Sarebbe una polemica ridicola quella di associare gli interessi commerciali della catena di fast food McDonald’s con la formazione degli studenti.

A sostenerlo, con un post su Facebook, è stato il sottosegretario all’Istruzione, Davide Faraone, risponde alle critiche sollevate dal M5S sulla raccolta punti, organizzata da McDonand’s e finalizzata a premiare le scuole con fondi da destinare alla didattica.

Icotea

“Complotti, lobby di potenti, corruzione e disfacimento di sani costumi: i grillini ce le mettono tutte pur di combattere le loro battaglie contro i mulini a vento. E distogliere l’attenzione”, tuona Faraone.

“Questa volta – continua Faraone – i potenti del mondo, che per comodità chiameremo McDonald’s, avrebbero deciso di distruggere il nostro Paese, con il beneplacito e l’assenso degli ignavi italioti, che per comodità chiameremo scuole e Miur. La polemica montata a tavolino dai cinque stelle contro un Ministero disposto, a loro dire, a ingozzare i ragazzi di junk food pur di non tirar fuori neanche un centesimo per il funzionamento delle scuole è ridicola. E stanca”.

 

{loadposition bonus_1}

 

Il sottosegretario torna quindi a parlare di “due semplici verità per mettere a tacere una polemica pretestuosa e inutile”.

“Abbiamo raddoppiato – ricorda – il fondo di funzionamento alle scuole, dotandole di risorse con le quali garantire servizi efficienti e una programmazione mirata e stabile. Abbiamo inserito l’educazione alimentare tra gli obiettivi principali della legge 107 e continuiamo a investire su questo capitolo anche con fondi extra, come quelli derivanti dalla 440”.

“Ma verità ancora più importante: abbiamo fiducia nelle scuole. È finita – assicura – l’era del centralismo ministeriale, #labuonascuola ha inaugurato una nuova era dell’autonomia. Un’autonomia reale, non più soltanto sulla carta ma rafforzata da soldi e persone. Forse i grillini,  farebbero meglio a trovare argomentazioni più interessanti che i vecchi slogan degni del peggior luddismo anticapitalista”, conclude Faraone.

 

{loadposition facebook}