Home Alunni Ciak, si gira! Il cinema entra nelle scuole

Ciak, si gira! Il cinema entra nelle scuole

CONDIVIDI
  • GUERINI

Ciak, si gira. E ora anche nelle scuole. Ieri alla Festa di Roma, nel corso della prima giornata del Mercato internazionale audiovisivo, è stata presentata “Scelte di classe”, piattaforma pensata dall’associazione Alice nella città e abbracciata dal ministero dell’Istruzione e dal ministero dei Beni culturali.

“Scelte di classe” partirà – subito nel Lazio, quindi dal 2017 gradualmente nel resto d’Italia – grazie a una piattaforma web, gestita da MyMovies, che proporrà agli istituti scolastici che vorranno partecipare un archivio di film in progressiva costruzione. Il catalogo sarà diviso per fasce d’età e avrà schede critiche e sinottiche.

Icotea

Ci sarà un’area notizie costantemente aggiornata e, baricentro del progetto, si realizzeranno incontri dei fattori del cinema con le classi (anche questi saranno registrati e diffusi a tutte le scuole che aderiranno al progetto). Attraverso una sala virtuale (Vod) gli studenti insieme con l’insegnante e il tutor avranno la possibilità di vedere i film.

L’accesso sarà gratuito: dopo aver inserito un codice meccanografico e una password, gli studenti, vista l’opera in streaming, potranno commentare su un proprio profilo personale e provare a realizzare nuovi contenuti.

Il cinema a scuola non aggiungerà ore di didattica ai già troppo affollati programmi scolastici, ma consentirà agli istituti che vorranno sfruttare l’opportunità di inserire la disciplina nel piano triennale dell’Offerta formativa (potenziamento) secondo l’autonomia scolastica voluta dalla Legge 107. A chiudere il progetto, che avrà un costo pubblico complessivo di 12 milioni di euro, c’è la sala cinematografica reale. Ogni scuola potrà selezionare e prenotare (solo per i docenti con password) lo spettacolo desiderato in una delle sale coinvolte.

Lo riporta il quotidiano “La Repubblica”