Home Attualità Cittadinanza attiva, nasce il World Forum of Democracy, il primo incontro per...

Cittadinanza attiva, nasce il World Forum of Democracy, il primo incontro per il futuro delle scuole in rete

CONDIVIDI

La Commissione Europea ed il Consiglio Europeo, in riferimento all’allestimento recente di task-force dedicate all’ammodernamento locale dei curricula scolastici secondo i valori comunitari, hanno promosso l’organizzazione del I Forum per la Democrazia che verterà sull’educazione a quest’ultima secondo i valori della cittadinanza attiva.

Questa si basa, notoriamente, su libertà d’espressione, possesso del proprio corpo ed uguaglianza, elementi cardine dei valori comunitari. Il progetto, dedicato a coinvolgere in prima linea magistrati, rappresentanti organizzativi del Forum e delle istituzioni europee, prevede la presentazione di lavori di gruppo realizzati da docenti ed insegnanti delle scuole che hanno espresso l’interesse nel parteciparvi. La logica del lavoro di gruppo a livello interdisciplinare eleva il carattere critico e lo spirito di unità e collaborazione, cuore e fine del progetto.

Icotea

Eventi, rassegne, presentazioni: lavori e produzioni a confronto

Lunedì 13 giugno 2022 il Forum Mondiale per la Democrazia, in collaborazione con l’associazione THEMIS – Association d’accès au droit pour les enfants et les jeunes (Associazione per l’accesso al diritto per i bambini e i giovani), organizza un forum che coinvolge giovani adolescenti nel processo democratico e di costruzione della cittadinanza attiva. Per questa prima edizione, circa 400 giovani della Collettività Europea dell’Alsazia hanno voluto confrontarsi in sessione plenaria su un tema di attualità: la convivenza nelle scuole secondarie ed i relativi problemi d’integrazione ed inclusività.

Questo Forum per gli studenti delle scuole medie sarà presieduto da Josiane Bigot, magistrato onorario e Presidente di Themis. Il caricaturista Laurent Salles e il rapper Le Daron dialogheranno con i giovani e proporranno contenuti artistici legati al tema e faranno parte della Giuria che si esprimerà sui lavori proposti dalle scuole in carica.

Il ruolo dei docenti in prima linea

Questi studenti delle scuole medie hanno lavorato sull’argomento con i loro insegnanti e presenteranno le loro iniziative nell’emiciclo del Consiglio d’Europa sotto forma di concorso, i cui lavori considerati vincitori saranno resi noti alle istituzioni europee. I partecipanti potranno porre domande e votare dopo ogni intervento per esprimere i propri sentimenti sul contenuto della presentazione o il proprio, se presente, disappunto. Cruciale il ruolo dei docenti, che di fatto provvedono a coordinare gli sforzi, le competenze e le abilità del gruppo degli studenti, secondo i temi e i contenuti da questi promossi. Per visionare la presentazione in streaming è possibile collegarsi al link seguente: https://vodmanager.coe.int/live/?appname=hemicycle&image=assets%2Fimages%2Fcoe.jpg&langs=ori.