Home Attualità Come fare Educazione Civica? L’idea di Bianchi: le biblioteche scolastiche diventino luogo...

Come fare Educazione Civica? L’idea di Bianchi: le biblioteche scolastiche diventino luogo di democrazia

CONDIVIDI

“Le biblioteche scolastiche sono un patrimonio inestimabile da cui i nostri ragazzi e ragazze traggono quella voglia di capire che è sempre stata la spinta essenziale per leggere”. Così il Ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi nel video messaggio dedicato all’iniziativa nazionale di promozione della lettura #IoLeggoPerché.

“Leggere un libro vuol dire entrare in un mondo nuovo – continua il Ministro – dunque è fondamentale non solo valorizzare le nostre biblioteche ma anche ripristinarle, dopo che in pandemia spesso sono state tramutate in aule”.

Icotea

“Le biblioteche diventino il centro delle nostre scuole – esorta il Ministro – per prendere i libri ma anche per parlare di libri e per esercitare la democrazia, un luogo aperto a tutti i ragazzi e le ragazze, a tutto il territorio. Le biblioteche diventino un pozzo d’acqua da cui attingere risorse nuove per rigenerare la vita delle nostre scuole”.

L’educazione civica, insomma, con le sue 33 ore annuali e trasversali a tutte le discipline, potrebbe quindi spostarsi parzialmente in questi luoghi, laddove essi siano trasformati in vere agorà entro cui discutere e confrontarsi.

#IoLeggoPerché

Ricordiamo che l’iniziativa #IoLeggoPerché, organizzata dall’Associazione Italiana Editori e sostenuta dal Ministero per la Cultura in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, è la più grande iniziativa nazionale di promozione della lettura. Grazie all’energia, all’impegno e alla passione di insegnanti, librai, studenti ed editori, e del pubblico che ha contribuito al successo di #ioleggoperché, finora sono stati donati alle scuole oltre un milione di libri, che oggi arricchiscono il patrimonio librario delle biblioteche scolastiche di tutta Italia.

La settimana delle donazioni

In cosa consiste l’iniziativa? Nella donazione di libri alle scuole. Lo leggiamo sul sito istituzionale di #IoLeggoPerché. Ecco come partecipare…

Da sabato 20 a domenica 28 novembre 2021, nelle librerie aderenti, sarà possibile acquistare libri da donare alle Scuole dei quattro ordinamenti: infanzia, primarie, secondarie di primo e secondo grado.

Al termine della raccolta, gli Editori contribuiranno con un numero di libri pari alla donazione nazionale complessiva (fino a un massimo di 100.000 volumi), donandoli alle Scuole e suddividendoli secondo disponibilità tra tutte le iscritte che ne faranno richiesta attraverso il portale.

#ioleggoperché 2021 sarà sempre “a prova di Covid-19”: per agevolare le donazioni e garantire la meccanica dell’iniziativa in questo anno particolare, verranno segnalate sul sito le Librerie che dispongono anche di modalità di acquisto a distanza, così da evitare situazioni di assembramento nei punti vendita dal 20 al 28 novembre, quando tutti i cittadini potranno acquistare un libro da donare a una scuola.