Home Personale Commissioni esami di Stato, aprono le funzioni per la compilazione dei Modelli...

Commissioni esami di Stato, aprono le funzioni per la compilazione dei Modelli ES-0

CONDIVIDI

Aprono oggi, 29 febbraio, e saranno disponibili fino al 16 marzo le funzioni per la compilazione delle proposte di configurazione delle commissioni (Modelli ES-0) da parte delle istituzioni scolastiche.

Per la prima volta, da quest’anno, il modello andrà infatti trasmesso in modalità esclusivamente on line nel portale SIDI.

Icotea

Il Dirigente scolastico formulerà una proposta relativa alla formazione delle commissioni e all’abbinamento delle classi/commissioni, sulla base dei seguenti criteri vincolanti:

  1. Per ciascuna classe terminale, statale o paritaria – comprese quelle articolate su più indirizzi di studio – va costituita una sola commissione.
  2. Il codice dell’istituto della prima classe della commissione deve essere statale o paritario. Il primo indirizzo di studio della prima classe dà il nome alla commissione.
  3. L’abbinamento tra le due classi/commissioni va effettuato in modo che i commissari esterni, sulla base delle materie loro affidate o delle corrispondenti classi di concorso, possano operare su entrambe le classi. I commissari esterni svolgeranno i loro lavori nelle sedi d’esame stabilite per i candidati. Nel caso in cui la lingua straniera risulti come materia oggetto di seconda prova scritta o come altra materia orale affidata a commissario esterno, l’abbinamento deve essere effettuato tenendo conto non solo della classe di concorso “46/A – Lingue e civiltà straniere”, ma anche della lingua straniera presente nel curricolo dei candidati.
  4. L’abbinamento deve essere effettuato nell’ordine:

– tra due classi/commissioni dello stesso indirizzo di studio;

– tra due classi/commissioni con indirizzi di studio diversi, qualora le materie affidate ai commissari esterni siano le stesse tra i due indirizzi o, comunque, riconducibili alle stesse classi di concorso; avranno priorità gli abbinamenti tra classi con indirizzi di studio per i quali esista coincidenza della materia oggetto della seconda prova scritta.

 

{loadposition bonus}

 

I criteri di cui sopra debbono essere rispettati rigorosamente, salvo che in caso di obiettive difficoltà, come, ad esempio, a causa dell’eccessiva distanza tra gli istituti cui appartengono le classi da abbinare, non sia possibile rispettare tali principi: in questi casi sarà consentito effettuare abbinamenti tra due classi con indirizzi di studio diversi dello stesso ordine scolastico (licei, istituti tecnici, istituti professionali), ed, eccezionalmente e in via residuale, tra due classi appartenenti ad ordini di studio diversi, anche quando le materie affidate ai commissari esterni non siano le stesse tra i due indirizzi o, comunque, non siano riconducibili alle stesse classi di concorso. In tale ipotesi l’abbinamento è consentito anche nel caso in cui la materia o classe di concorso coincidente sia una sola.

Una volta che i Dirigenti scolastici hanno avanzato le proposte di formazione e abbinamento delle commissioni di esame tramite il Modello ES-0, entro il 16 marzo lo stesso modello, trasformato in formato pdf, dovrà essere trasmesso telematicamente, per il tramite degli Ambiti Territoriali Provinciali, al Direttore generale o dirigente preposto all’Ufficio Scolastico Regionale di appartenenza.

Metti MI PIACE sulla nostra pagina Facebook per sapere tutte le notizie dal mondo della scuola