Home Archivio storico 1998-2013 Estero Componenti commissioni d’esame all’estero

Componenti commissioni d’esame all’estero

CONDIVIDI
  • Credion
Con apposito messaggio del 20 marzo 2006, prot. n. 267/P/0108601, il Ministero degli Affari Esteri – Direzione generale per la Promozione e la Cooperazione culturale – Uff. IV – ha reso note, con riferimento all’anno scolastico 2005/2006, le disposizioni per le nomine a presidente o commissario d’esame presso le scuole secondarie italiane funzionanti all’estero.
Tra le competenze attribuite al Ministero degli Affari Esteri (Mae) dalle norme vigenti, vi è lo svolgimento degli esami presso le scuole italiane secondarie all’estero (statali, paritarie). Per gli studenti che superino le prove è previsto il rilascio di un diploma di licenza media, o di un diploma di scuola secondaria di secondo grado. Considerato il numero estremamente ridotto delle sedi in cui occorre effettuare le nomine, sia per effetto della legge sulla parità scolastica, sia in presenza di un contingente di dirigenti scolastici in servizio all’estero, a partire dal corrente anno, la circolare del Mae non prevede, salvo casi eccezionali, più di dover conferire nomine a dirigenti scolastici in servizio in Italia. Tuttavia, in caso di sopravvenute non previste difficoltà potrà essere il Miur, sulla base di intese operative, a proporre nominativi di dirigenti scolastici da utilizzare all’estero per esami nel corrente anno scolastico. Si fa presente che per le residue scuole legalmente riconosciute si continuano a costituire commissioni paritetiche, formate da un eguale numero di commissari interni ed esterni, comunque già in servizio presso le scuole all’estero.
Tenuto infine conto delle innovazioni introdotte dal comma 7 dell’art. 22 della legge 28 dicembre 2001, n. 448, si provvede a nominare esclusivamente un presidente esterno nelle scuole statali italiane all’estero, nonché in quelle con regime paritario.
Per gli esami conclusivi delle scuole di istruzione secondaria di II grado le sedi sono le seguenti: scuole statali: Addis Abeba, Asmara, Atene, Barcellona, Istanbul, Madrid, Parigi; scuole non statali: Basilea, Belo Horizonte, Bogotà, Caracas, Buenos Aires, Casablanca, Colonia, Il Cairo, Lagos, Lima, Losanna, Lugano, Lugano-Paradiso, New York, Olivos (Buenos Aires), Port Harcourt, San Paolo, San Gallo, Teheran,Tripoli, Tunisi, Villa Adelina (Buenos Aires), Zurigo. Le sedi di Buenos Aires, Lima, Olivos (Buenos Aires) e Villa Adelina (Buenos Aires osservano il calendario australe (esami nel mese di dicembre).
Personale avente titolo a presentare la domanda in qualità di presidente: dirigente di istituto statale di istruzione secondaria superiore o inclusivo di istituto di istruzione secondaria superiore funzionante all’estero ai sensi dell’art. 639 del D.L.vo n. 297/94 ovvero dirigente scolastico assegnato agli Uffici scolastici consolari.
Personale avente titolo a presentare la domanda in qualità di commissario esterno: docenti con rapporto di lavoro a tempo indeterminato, di istituto statale di istruzione secondaria superiore, in servizio all’estero ai sensi dell’art. 639 del D. L.vo n. 297/94, purché non impegnati quali commissari interni di servizio. Tali docenti sono tenuti a presentare domanda quale che sia la classe di concorso di appartenenza. Possono indicare di essere nominati solo in caso di necessità. Sono ammessi a presentare domanda anche i lettori (docenti di istituti di istruzione secondaria di 1° e 2° grado), previo nulla osta della competente autorità accademica, oltre che della Rappresentanza competente.
 
Per gli esami di licenza media le sedi sono le seguenti: scuole statali: Addis Abeba, Asmara, Atene, Barcellona, Istanbul, Madrid, Parigi; scuole non statali: Basilea, Belo Horizonte, Bogotà, Bucarest, Buenos Aires, Caracas, Casablanca, Colonia (Stommeln), Gedda, Il Cairo, Lagos, La Plata, Losanna, Lima, Lugano-Paradiso, Montevideo, Mosca, New York, Olivos (Buenos Aires), Port Harcourt, Quito, San Gallo, San Paolo, Santiago del Cile, Teheran, Tripoli, Tunisi, Villa Adelina (Buenos Aires), Zurigo.
Le sedi di Buenos Aires, Lima, Montevideo, Olivos, e Villa Adelina osservano il calendario australe (esami nel mese di dicembre).
Personale avente titolo a presentare la domanda: dirigente di scuola media statale o inclusiva di scuola media statale, in servizio all’estero ai sensi dell’art. 639 del D. L.vo n. 297/94, ovvero dirigente scolastico assegnato agli Uffici scolastici consolari; personale docente di ruolo della scuola in servizio all’estero ai sensi dell’art. 639 del D. L.vo n. 297/94, e secondo l’ordine indicato dal Dpr n. 362/66, art. 7.
I docenti delle scuole secondarie all’estero, medie e superiori, in servizio all’estero ai sensi dell’art. 639 del D. L.vo n. 297/94 sono tenuti a presentare domanda quale che sia la classe di concorso di appartenenza. Possono indicare di essere nominati solo in caso di necessità. Sono ammessi a presentare domanda anche i lettori, previo nulla osta della competente autorità accademica, oltre che della Rappresentanza competente.
 
Il personale in servizio all’estero dovrà far pervenire la domanda, per il tramite della competente Rappresentanza diplomatica o consolare, al Ministero degli Affari Esteri – D.G.P.C.C. – Uff. IV.
La domanda va redatta esclusivamente compilando il modello allegato. Essa deve essere trasmessa al Ministero, per il tramite della competente Rappresentanza diplomatica o consolare entro il 4 aprile 2006, anticipata via fax al numero 06-36912799. Ai fini dell’accertamento del termine fa esclusiva fede la data acquisita al protocollo della stessa Rappresentanza diplomatica o consolare.

Le domande prive del prescritto nulla-osta, incluse quelle dei dirigenti scolastici, o inviate oltre la data su indicata, ovvero contenenti dati personali incompleti o illeggibili, o prive di firme in originale non sono prese in considerazione. La nomina è conferita al personale in servizio all’estero mediante messaggio ministeriale alla sede. La mancata accettazione deve essere motivata.