Home Concorsi Concorso infanzia posto sostegno: il quadro di riferimento per la valutazione prova...

Concorso infanzia posto sostegno: il quadro di riferimento per la valutazione prova orale

CONDIVIDI
  • Credion

Mentre gli uffici scolastici regionali provvedono al sorteggio della lettera con la quale iniziare le prove orali, i candidati che hanno superato la prova scritta, aspettano di conoscere la data in cui saranno chiamati a sostenere la prova orale per la quale il ministero ha pubblicato i quadri di riferimento per la valutazione.

SCARICA IL QUADRO DEL MINISTERO

Icotea

Quadro di riferimento posto sostengo scuola infanzia

Per i posti di sostegno ai candidati è richiesto una preparazione volta a dimostrare una preparazione:

  • Sulle competenze pedagogico-didattiche rispondenti alle specifiche finalità della scuola dell’Infanzia;
  • Sulla capacità di costruire un ambiente educativo inclusivo che tenga conto di tutte le forme di diversità;
  •  Sulla capacità di saper utilizzare strumenti di osservazione ed esperienze di mediazione per la promozione dei processi d’interazione comunicativa degli alunni con disabilità.

La prova orale

La prova orale ha una durata massima complessiva di 30 minuti, fermi restando gli eventuali tempi aggiuntivi e gli ausili di cui all’articolo 20 della legge 5 febbraio 1992, n. 104. Durante la prova orale la commissione interloquisce con il candidato per:

  • Approfondire i diversi aspetti della progettazione;
  • Per valutare la capacità di comprensione e conversazione in lingua inglese almeno al livello B2 del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le lingue nonché la specifica capacità didattica.

La progettazione didattica

I candidati per la prova orale, dovranno presentare una proposta didattica che metta in evidenza le teorie e i principi concettuali pedagogico-didattici, sulla base dei fondamenti generali di pedagogia speciale e didattica speciale, di psicologia dell’età evolutiva e di psicologia dell’apprendimento scolastico.

La progettazione deve comprendente:

  • Le caratteristiche del contesto educativo.
  • Le scelte contenutistiche, didattiche e metodologiche compiute con riferimento:
  • Alle finalità e obiettivi educativi e didattici;
  • Ai saperi e ai campi di esperienza implicati;
  • All’organizzazione di spazi, tempi e materiali;
  • Alle strategie nella conduzione dei gruppi e di percorsi differenziati.

Punteggio prova orale

La commissione assegna alla prova orale un punteggio massimo di 100 punti, sulla base dei quadri di riferimento per la valutazione della prova orale.

La prova è superata dai candidati che conseguono un punteggio non inferiore a 70 punti.

Criteri di valutazione prova orale

Per la prova orale dei posti di sostegno per la scuola dell’infanzia sono stati previsti quattro criteri di massima:

Il primo volto a valutare la competenza di progettazione pedagogico-didattica;

Il secondo volto a valutare l’abilità di comprensione e produzione orale in lingua inglese (livello B2 QCER);

Il terzo volto a valutare la competenza nell’utilizzo delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione;

Il quarto volto a valutare la qualità dell’esposizione nell’interlocuzione con la commissione.