Home Concorsi Concorso per DSGA. Parere favorevole del Consiglio di Stato

Concorso per DSGA. Parere favorevole del Consiglio di Stato

CONDIVIDI

Con il parere positivo espresso dal Consiglio di Stato sul regolamento del concorso per titoli ed esami per l’accesso al profilo professionale del direttore dei servizi generali e amministrativi (DSGA) dovrebbe essere sempre più vicino il relativo bando.

Requisiti richiesti

Possono partecipare al concorso per titoli ed esami i candidati in possesso di uno dei seguenti titoli:

Icotea
  • laurea in giurisprudenza;
  • laurea in scienze politiche, sociali o amministrative;
  • laurea in economia e commercio;
  • diplomi di laurea specialistica (LS) 22, 64, 71, 84, 90 e 91;
  • lauree magistrali (LM) corrispondenti a quelle specialistiche ai sensi della tabella allegata al D.I. 9 luglio 2009.

Concorso per DSGA

Il concorso per direttore dei servizi generali amministrativi (DSGA), sarà bandito  su base regionalenon prevederà prova preselettiva e in conformità a quanto previsto  dal decreto 44 del primo aprile 2021 prevede  una prova scritta, una prova orale e la valutazione dei titoli.

Prova scritta  

La prova scritta, della durata di 120 minuti, su computer-based e unica per tutto il territorio nazionale e si svolgerà nelle sedi individuate dagli (USR) Uffici Scolatici Regionali  responsabili di tutta la procedura. La prova si compone di 60 quesiti con 4 opzioni di risposta, di cui una sola corretta. Non è prevista la pubblicazione dei quesiti prima dello svolgimento della prova.

Punteggio prova scritta

Nella prova scritta è attribuito un punto per ogni risposta esatta. Per superare la prova scritta è necessario ottenere almeno 48 punti su 60.

Le materie della prova scritta

I 60 quesiti saranno incentrati sui seguenti argomenti:

  • 5 quesiti di Diritto Costituzionale e Diritto Amministrativo;
  • 4 quesiti di Diritto Civile;
  • 18 quesiti di Contabilità pubblica con particolare riferimento alla gestione amministrativo contabile delle istituzioni scolastiche;
  • 10 quesiti di Diritto del lavoro, con particolare riferimento al pubblico impiego;
  • 8 quesiti di Legislazione Scolastica;
  • 12 quesiti di Ordinamento e gestione amministrativa delle istituzioni scolastiche autonome e stato giuridico del personale scolastico;
  • 3 quesiti di Diritto Penale con particolare riguardo ai delitti contro la Pubblica Amministrazione.

Prova orale

La prova orale ha la durata di 50 minuti, fermo restante gli eventuali tempi aggiuntivi di cui all’articolo 20 della legge 5 febbraio 1992, n. 104;  e consiste in un colloquio sulle materie d’esame, volto ad accertare la preparazione professionale del candidato e la capacità di risolvere:

  • due casi riguardanti la funzione di DSGA,
  • la conoscenza degli strumenti informatici e delle TIC di più comune impiego
  • la conoscenza della lingua inglese.

Punteggio prova orale

Si supera la prova orale se al colloquio si consegue un punteggio minimo di 48 punti su 60.

Valutazione dei titoli

La graduatoria finale sarà formulata sulla scorta del punteggio conseguito nella prova scritta, nella prova orale e nei titoli posseduti per i quali il punteggio massimo previsto è di 30 punti.