Home La Tecnica consiglia Concorso Scuola Infanzia e Primaria: come prepararsi alla prova orale?

Concorso Scuola Infanzia e Primaria: come prepararsi alla prova orale?

CONDIVIDI
  • Credion

Sono finalmente iniziate lunedì 13 le prove scritte computer based relative al Concorso Scuola dell’Infanzia e Primaria – che si concluderanno il prossimo 21 dicembre.

Ricordiamo che i candidati ricevono l’esito della prova scritta in tempo reale, al termine dei 100 minuti previsti per rispondere ai 50 quesiti totali: passa chi totalizza almeno 70 punti su 100. In caso di esito positivo, ciascun candidato riceverà via email la comunicazione ufficiale con sede, giorno e orario di convocazione per l’orale, da parte dell’Ufficio scolastico regionale preposto, con un minimo di 20 giorni di preavviso per prepararsi alla prova. Si tratta dunque di una convocazione individuale e la prova si svolgerà nella regione per cui si è fatta domanda concorsuale, presso le sedi individuate dall’ Ufficio scolastico regionale. Le convocazioni potranno avvenire in date diverse, stabilite dalle singole commissioni.

Icotea

Ma cosa aspettarsi e come prepararsi per la prova orale?

L’argomento su cui verterà la prova orale sarà sorteggiato da ogni candidato 24 ore prima dell’orario programmato per il colloquio. Gli argomenti estratti sono esclusi dai successivi sorteggi.

Tenendo conto dei giorni minimi di preavviso nonché delle festività natalizie, i primi colloqui si terranno a partire da metà di gennaio.

Cosa prevede la prova orale?

Anche per la prova orale, il punto di riferimento è l’allegato A: il colloquio individuale, della durata di 30 minuti, valuterà infatti

  • la padronanza e competenza delle discipline
  • la capacità di progettazione didattica efficace, sia lato contenutistico sia metodologico
  • l’uso delle TIC (Tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione) nell’ambito della progettazione didattica
  • la capacità di comprensione e conversazione in lingua inglese almeno al livello B2 del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le lingue nonché della specifica attività didattica (nel caso dei posti di sostegno si fa riferimento alla didattica speciale).

Nello specifico, è dunque richiesta la progettazione di una attività didattica sull’argomento sorteggiato, comprensiva dell’illustrazione delle scelte contenutistiche, didattiche, metodologiche compiute e di esempi di utilizzo pratico delle tecnologie digitali.

Anche questa prova sarà valutata al massimo 100 punti e superata con un minimo di 70.

Un ulteriore punteggio (50 punti) si basa sulla valutazione dei titoli di ciascun candidato.

La graduatoria finale viene stilata in base ai punteggi ottenuti nelle valutazioni della prova scritta, prova orale e dei titoli, per un totale di 250 punti massimi.

Alcune domande e relative risposte

Ecco le domande più comuni:

  • Come verranno comunicate data, sede e orario della prova orale?

Come indicato nel Decreto Legge 18 novembre 2021, “i candidati ammessi alla prova orale ricevono da parte del competente USR comunicazione esclusivamente a mezzo di posta elettronica all’indirizzo indicato nella domanda di partecipazione al concorso, del voto conseguito nella prova scritta, della sede, della data e dell’ora di svolgimento della loro prova orale almeno venti giorni prima dello svolgimento della medesima”.

Quando saranno valutati i titoli? È possibile presentarne di nuovi?

Saranno valutati i titoli dei candidati che avranno superato anche la prova orale. Non è possibile presentare nuovi titoli rispetto a quelli indicati nella domanda del 2020.

  • Chi farà parte della graduatoria di merito regionale?

I candidati che avranno superato sia la prova scritta che la prova orale, con almeno i punteggi minimi. La graduatoria sarà composta da un numero di candidati pari ai posti messi a disposizione dal bando. Non sono previsti idonei e non ci sarà scorrimento di graduatoria per coprire posti vuoti in caso di rinuncia.  

  • Il comma 13 (impossibilità di iscriversi alla procedura concorsuale successiva in caso di “bocciatura”) è valido anche per i concorsi già banditi?

No, è stato stralciato durante la discussione parlamentare.

  • Quale sarà la cadenza dei concorsi?

I concorsi saranno banditi con cadenza annuale, nelle regioni e per i ruoli nei quali si preveda un’effettiva vacanza e disponibilità di posti.

Come studiare

Le Edizioni Guerini (https://www.amazon.it/stores/page/3CDC7755-88B8-4A86-ADD8-C0D68856A901) hanno pubblicato una serie di manuali innovativi e aggiornati, curata da Antonello Giannelli, e scritti da insegnanti che operano quotidianamente nella scuola e ne conoscono dinamiche, criticità e punti di forza.

In particolare, i volumi Concorso a cattedra 2020. Scuola dell’infanzia 2 e Concorso a cattedra 2020. Scuola primaria 2, strutturati per UDA e con esempi pratici di esperienze di apprendimento significativo, sono i più validi strumenti per allenarsi alla progettazione didattica richiesta esplicitamente per la prova orale.                   

Per una preparazione completa e multicanale, acquistando i volumi Guerini si ha inoltre diritto all’accesso a esclusivi contenuti online raggiungibili sul portale Guerini Online (https://guerinionline.it/).

PUBBLIREDAZIONALE