Home Concorsi Concorso secondaria, continua la protesta delle classi AB24 e AB25 (Inglese): programmi...

Concorso secondaria, continua la protesta delle classi AB24 e AB25 (Inglese): programmi troppo generici

CONDIVIDI

Continua la protesta per le prove scritte delle classi AB24 (Lingue e culture straniere negli istituti di istruzione secondaria di II grado – INGLESE) e AB25 (Lingua inglese e II lingua com. scuola sec. di I grado – INGLESE) del concorso per docenti della scuola secondaria di I e II grado.

Come abbiamo già segnalato, stanno arrivando in redazione molte lettere di candidati che denunciano la mancata pubblicazione, da parte del Ministero, dell’effettivo contenuto dei quesiti.

Icotea

In questi giorni il MI sta rendendo disponibili, sul sito riservato al concorso, i quadri di riferimento delle diverse classi di concorso per la valutazione della prova scritta.

È sufficiente confrontare i vari documenti pubblicati per rendersi conto di come per le classi AB24 e AB25 le indicazioni siano piuttosto vaghe.

Infatti, questo è ciò che si legge nel file relativamente ai 45 quesiti:

Classi AB24 e AB25

  • Lingua inglese livello C1 (lessico, grammatica, funzioni)
  • Cultura e civiltà anglofona (ambito storico, sociale e letterario)
  • Teorie dell’acquisizione di una lingua
  • Approcci, metodologie e tecniche nell’insegnamento delle lingue
  • Le tecnologie nell’insegnamento delle lingue.
  • Risorse didattiche
  • Caratteristiche e varietà della lingua inglese
  • Valutazione e autovalutazione negli apprendimenti linguistici
  • Portfolio Europeo delle lingue
  • Risorse didattiche e digitali
  • Politiche linguistiche (Programmi europei, Commissione europea, Consiglio d’Europa)
  • Legislazione scolastica afferente alle classi di concorso in oggetto
  • Il Quadro Comune Europeo di Riferimento per le lingue (2020)

Classe AB24

  • Testi letterari
  • Inglese per scopi speciali o microlingua.

I cinque quesiti a risposta multipla finalizzati all’accertamento delle competenze digitali sono funzionali alla verifica delle conoscenze relative ai principali riferimenti normativi-culturali, applicazioni e strumenti per un’integrazione significativa del digitale nell’azione didattica.

Nell’elaborazione dei quesiti è stata posta una specifica attenzione a richiamare contenuti e soluzioni connessi al Piano Nazionale Scuola Digitale e ai modelli di riferimento sulle competenze digitali, elaborati dal Centro Comune di Ricerca europeo, “DigCompEdu” e “DigComp 2.1”.

Confrontando il quadro di riferimento di queste due classi di concorso con quelli delle altre classi pubblicate (A022 o A019), si nota come le indicazioni siano decisamente meno dettagliate.

Si citano ad esempio dei generici “testi letterari”, senza ulteriori specificazioni.

Non solo – scrive una lettrice – oltre a non essere mai stati specifici, ci è stato anche modificato il programma pochi giorni prima delle prove, aggiungendo altri argomenti, anche quelli molto generici”.

I test scritti si svolgeranno, ricordiamo, mercoledì 16 marzo 2022 per la classe AB24 e venerdì 18 marzo 2022 per AB25.

Viste le premesse, è facile immaginare che pioveranno ricorsi da parte dei candidati di queste due classi di concorso.