Home Concorsi Concorso straordinario abilitante, sembra caduto nel dimenticatoio

Concorso straordinario abilitante, sembra caduto nel dimenticatoio

CONDIVIDI

Il concorso straordinario abilitante bandito, con Decreto Dipartimentale n. 497 del 21 aprile 2020, aveva visto presentare domanda a migliaia di docenti, anche di ruolo, dal 28 maggio al 3 luglio 2020. Il Ministero sembra essersi dimenticato di questo concorso straordinario abilitante, che doveva essere svolto con procedura semplificata e invece pare essersi arenato all’interno della macchina organizzativa del Ministero. Questo concorso, tanto atteso da molti docenti di ruolo, sembra essere caduto nel dimenticatoio.

I requisiti dello straordinario abilitante

I requisiti di accesso per accedere alla partecipazione del concorso straordinario per l’abilitazione all’insegnamento, erano quelli di aver svolto almeno tre annualità di servizio, anche non consecutive, tra l’anno scolastico 2008/09 e il 2019/20 e l’aver svolto almeno una annualità di servizio, tra le suddette tre, nella specifica classe di concorso per la quale si sceglie di partecipare. 

Icotea

Bisogna ricordare che i docenti di ruolo non hanno avuto bisogno, per poter partecipare al concorso straordinario abilitante, di avere svolto almeno un’annualità nella classe di concorso scelta per abilitarsi, ma erano però necessari i tre anni di servizio, anche non continuativi, svolti nel decennio che va dal 2008/2009 al 2019/2020.

Prova computer based

La procedura straordinaria di cui al presente decreto consiste in una prova scritta della durata di 60 minuti.

La prova scritta, computer based, è composta da 60 quesiti a risposta multipla. Tale prova ha appunto una durata pari a 60 minuti, i 60 quesiti a risposta chiusa con quattro opzioni di risposta, di cui una sola corretta, così ripartiti:
a. competenze disciplinari relative alla classe di concorso: 40 quesiti;
b. competenze didattico/metodologiche: 20 quesiti.

La risposta corretta vale 1 punto, la risposta non data o errata vale 0 punti.

Abilitazione per I fascia GPS e mobilità

I partecipanti al concorso straordinario abilitante possono essere docenti precari e docenti di ruolo, i primi aspirano all’entrata in I fascia GPS, mentre i secondi prenderebbero l’abilitazione per aspirare ai passaggi di ruolo o di cattedra nella mobilità professionale. Tali aspirazioni, che tra l’altro il personale di ruolo attendeva già dai tempi del d.lgs. 62/2017, sembrano essere state represse da un Ministero dell’Istruzione che, a distanza di un anno dalle domande presentate per la partecipazione a questo concorso, non ha ancora avviato la procedura concorsuale.

iscriviti

ISCRIVITI al nostro canale Youtube

METTI MI PIACE alla nostra pagina Facebook