Home Precari Concorso straordinario da 24 mila docenti, bando entro fine 2019: prova scritta...

Concorso straordinario da 24 mila docenti, bando entro fine 2019: prova scritta al pc

CONDIVIDI

Sui precari è tutto confermato: come preannunciato dalla Tecnica della Scuola, l’accordo raggiunto tra Miur e sindacati il 1° ottobre, a breve si realizzerà una procedura concorsuale straordinaria, che andrà di pari passo a quella ordinaria (il tradizionale “concorsone”), la quale, se non vi saranno intoppi, potrebbe determinare le prime assunzioni dei vincitori dal 1° settembre 2020.

Assieme al concorso ordinario

Nella bozza del decreto legge per le assunzioni dei docenti, che dovrebbe essere all’attenzione del Consiglio dei ministri la prossima settimana, è presente infatti il seguente passaggio: “Il ministero dell’Istruzione è autorizzato a bandire, contestualmente al concorso ordinario per titoli ed esami, entro il 2019, una procedura straordinaria per titoli ed esami finalizzata all’immissione in ruolo di 24 mila unità di personale docente delle scuole secondarie di primo e secondo turno statali”: il testo è contenuto.

Per questo concorso, si legge ancora nella e bozza di decreto, “si prevede lo svolgimento di una prova scritta, da svolgersi con sistema informatizzato, composta da quesiti a risposta multipla”.

ICOTEA_19_dentro articolo

Procedura su base regionale

La procedura di concorso sarà bandita a livello nazionale e organizzata su base regionale per la definizione, per la scuola secondaria, di una serie di graduatorie di merito distinte per regione e classe di concorso oltre che per l’insegnamento di sostegno.

Si prevede, quindi, che la consistenza e suddivisione dei posti da assegnare ai vincitori di concorso dipenda soprattutto dal numero dei posti vacanti e disponibili nelle varie province all’interno di ogni regione.

È confermato che la partecipazione al concorso straordinario sarà riservata a coloro che abbiano svolto almeno tre anni di servizio, anche non continuativi, considerando l’ultimo ottennio scolastico.