Home Sicurezza ed edilizia scolastica Il Conto Termico per garantire l’efficientamento delle scuole

Il Conto Termico per garantire l’efficientamento delle scuole

CONDIVIDI

Per garantire la sostenibilità, l’efficientamento ed eventualmente anche l’adeguamento sismico delle scuole,  è possibile utilizzare lo strumento del Conto Termico. Il Conto Termico finanzia fino al 65% delle spese sostenute per gli interventi di manutenzione sull’involucro e sugli impianti degli edifici finalizzati all’incremento dell’efficienza energetica e alla produzione di energia termica da fonti rinnovabili, come ad esempio:

  • miglioramento dell’isolamento termico dell’involucro edilizio;
  • sostituzione di infissi e pannelli vetrati di alta qualità e introduzione di schermature;
  • sostituzione dei sistemi per l’illuminazione;
  • sostituzione dei sistemi per la climatizzazione con tecnologie ad alta efficienza;
  • produzione di energia termica da fonti rinnovabili;
  • introduzione di sistemi avanzati di controllo, gestione dell’illuminazione, della ventilazione, del condizionamento, etc.

Il meccanismo copre, in ogni caso, il 100% dei costi della diagnosi energetica effettuata per determinare gli interventi da realizzare ed è compatibile con qualunque altro finanziamento, pubblico o privato, a patto che la somma dei contributi non superi il 100% del costo totale degli interventi.

Icotea