Home Alunni Covid, come gestire le aggregazioni di studenti nei pressi della scuola

Covid, come gestire le aggregazioni di studenti nei pressi della scuola

CONDIVIDI
  • Credion

La sicurezza delle attività collegate in qualche modo alla scuola deve considerare anche altri contesti di rischio oltre il trasporto pubblico locale.

Tra questi rientrano sicuramente le immediate adiacenze degli istituti scolastici, i luoghi di ritrovo di studenti in entrata e in uscita dalla scuola, dove il rischio di assembramento è molto alto.

Icotea

Per queste ragioni, ISS e INAIL, nel Documento tecnico sulla gestione del rischio di contagio da Sars Cov-2 nelle attività correlate all’ambito scolastico con particolare riferimento al trasporto pubblico locale, elaborato in previsione del rientro in classe il prossimo 7 gennaio 2021 del 75% degli studenti di ogni ordine e grado, affrontano anche il problema delle aggregazioni nei pressi della scuola.

Seppure minimizzate dalle misure organizzative messe in atto con la diversificazione degli orari, rappresentano comunque un punto di criticità e richiedono l’applicazione di misure di prevenzione.

In tali contesti è auspicabile il potenziamento di personale dedicato al controllo dei punti di accesso alle scuole e dei luoghi limitrofi agli istituti scolastici per limitare le iniziative di aggregazione spontanea degli studenti che si configurino quali situazioni a rischio di assembramento.

Inoltre, nel documento viene richiamata la responsabilità individuale degli studenti e genitoriale delle famiglie nel mettere in atto, anche in queste occasioni, le misure di prevenzione (distanziamento e uso della mascherina) già in uso nel contesto scolastico.

Covid, gestione del contagio nelle attività correlate all’ambito scolastico: trasporti e non solo