Home Attualità Covid scuola. I dati del MI: 8 su 10 gli alunni in...

Covid scuola. I dati del MI: 8 su 10 gli alunni in presenza, 9 su 10 i docenti

CONDIVIDI

Nuovo comunicato del Ministero dell’Istruzione. Come anticipato dal Ministro Bianchi durante l’iniziativa Viaggio nella memoria, i dati di monitoraggio sull’andamento pandemico in ambito scolastico relativi al periodo 17-22 gennaio sono a disposizione sul sito del MI, una rilevazione non perfetta ma significativa, che tiene in considerazione l’84% circa delle scuole italiane (6.841 scuole su 8.157 scuole).

Da questa settimana i dati saranno pubblicati, su indicazione del Ministro, con cadenza settimanale (ogni venerdì) in un’apposita sezione creata sul sito istituzionale del MI.

Icotea

I dati sono raccolti attraverso la “Rilevazione andamento emergenza COVID-19” disponibile sul Sistema informativo del Ministero dell’Istruzione (SIDI) – ci spiega il comunicato del MI – che viene compilata settimanalmente dai dirigenti scolastici (o da un loro delegato) attraverso l’inserimento dei dati relativi alla settimana precedenteI dati sono dunque il prodotto di rilevazioni effettuate presso le scuole con l’intento di monitorare il funzionamento delle istituzioni scolastiche e garantirne la sicurezza e l’operatività.

9 su 10 i docenti in presenza, 8 su 10 il dato relativo agli studenti.

I dati ci dicono che oltre l’80% delle studentesse e degli studenti, anche nella seconda settimana dopo il rientro dalla pausa festiva, ha frequentato la scuola in presenza – sottolinea il Ministro Bianchi -. È un dato che rispecchia il quadro nazionale dell’andamento pandemico e dimostra la bontà delle scelte fatte. Continueremo a monitorare la situazione, insieme alle autorità sanitarie nazionali e al Ministero della Salute, per garantire a tutti la massima sicurezza. Al contempo, stiamo lavorando a ulteriori semplificazioni che possano aiutare scuole e famiglie ad affrontare con la massima serenità e rapidità possibile la gestione dei casi di positività in ambito scolastico”.

I dati di monitoraggio del periodo 17-22 gennaio

La sezione dedicata ai monitoraggi