Home Attualità Covid scuola, troppi contagi, in Sicilia i sindaci chiudono gli istituti e...

Covid scuola, troppi contagi, in Sicilia i sindaci chiudono gli istituti e mandano le classi in Dad

CONDIVIDI
  • Credion

Il Covid avanza in tutta Italia e sono diverse le Regioni che rischiano di colorarsi presto di giallo. Anche le scuole risentono di questa situazione e sempre più sono costrette alla Dad. In Sicilia il dato è in aumento del 62%. Interi Comuni hanno chiuso gli istituti. È il caso di Petralia Soprana ad esempio dove il sindaco ha sospeso fino a data da destinarsi le lezioni negli istituti di ogni ordine e grado, auspicando che, visto il boom di contagi, non arrivi la zona rossa. Un altro Comune ha chiuso tutte le scuole, si tratta di Roccamena, sempre nel palermitano. Colpa di un focolaio con contagiati tra gli alunni e gli insegnanti. Coinvolti sia gli alunni della primaria che della secondaria di primo grado. In atto uno screening rivolto a tutti i cittadini.

Screening che verrò valutato anche a San Giovanni Gemini, comune dell’agrigentino dove il sindaco attende i dati forniti dall’Asl prima di prendere qualsiasi decisione. A macchia di leopardo si registrano focolai a Palermo e Ispica (Rg), una chiusura per sanificazione ad Agrigento e classi in Dad sparse per l’isola.

Icotea

Nella seconda metà di novembre le classi in Dad in Sicilia sono diventate 580 con una crescita di alunni positivi del 49%. Gli studenti maggiormente colpiti sono quelli delle scuole medie con un +72%, seguiti da quelli delle elementari con un +52% e quelli delle superiori con un +32%.

Tra i docenti, aumento principale alle superiori con un +45% di prof contagiati.