Home Politica scolastica DdL, aria di frenata: si parla di approvazione che slitta a fine...

DdL, aria di frenata: si parla di approvazione che slitta a fine luglio e stralcio assunzioni

CONDIVIDI
  • Credion

Potrebbe davvero rallentare la corsa tutta d’un fiato prevista dal Governo e sinora rispettata in Parlamento, per l’approvazione e il varo del disegno di legge sulla ‘Buona Scuola’: l’uscita di alcuni senatori dalla maggioranza, starebbe convincendo il premier e il suo staff a valutare le proposte di modifica pressanti della minoranza dem.

Il crocevia, per capire se le indiscrezioni delle ultime ore prenderanno corpo o rientreranno, sarà con ogni probabilità la direzione del Pd, programmata per lunedì prossimo 8 maggio.

Icotea

“Molti, renziani e non – scrive l’Ansa -, si aspettano però anche un messaggio sulla riforma della scuola, un’apertura più ampia al dialogo che consenta di superare le forche caudine, sempre più impervie, del Senato. E c’è anche chi arriva a ipotizzare – ma fonti renziane bollano l’ipotesi come assai improbabile – che, a fronte dell’ormai inevitabile rallentamento del ddl (si punta al via libera definitivo entro il 30 luglio), possa arrivare ad aprire a un decreto che metta in sicurezza le assunzioni”.

 

{loadposition eb-prova}

 

Se così dovesse andare, con le assunzioni scorporate dal disegno di legge, e quest’ultimo slittato verso tempi, la fine di luglio, che renderebbero in larga parte impossibile la sua attuazione già con l’anno scolastico 2015/16, francamente ci ritroveremmo di fronte ad un vero flop politico: tanto valeva, allora, approvare il decreto legge iniziale. Senza fare corse contro il tempo. E magari anche ricorrere alla fiducia parlamentare. 

 

Metti MI PIACE sulla nostra pagina Facebook per sapere tutte le notizie dal mondo della scuola