Home Politica scolastica Ddl Scuola, giovedì Anief in audizione al Senato: “Il decreto va ritirato”

Ddl Scuola, giovedì Anief in audizione al Senato: “Il decreto va ritirato”

CONDIVIDI
  • Credion

Domani l’Anief, l’associazione sindacale professionale, costituita da docenti e ricercatori in formazione, precari, in servizio, e di ruolo, sara’ ascoltata dalla settima commissione del Senato nell’ambito delle audizioni sul ddl di riforma della scuola. Netta la posizione dell’Anief: “Il testo va ritirato, come chiesto da mezzo milione di docenti e Ata”. “Dopo quattro scioperi, un nuovo flash mob, previsto sempre domani in diverse piazze italiane, alle ore 19.00, una miriade di mozioni contrarie al ddl prodotte dai collegi docenti che giungono a Viale Trastevere da tutta Italia, con lo sciopero degli scrutini proclamato da tempo – si legge in una nota -, il sindacato chiedera’ alla commissione di Palazzo Madama di fermare la riforma: serve un piu’ approfondito confronto, perché non si possono ignorare mezzo milione di docenti e Ata che non condividono la riforma. E non si possono lasciare per strada decine di migliaia di abilitati, con le immissioni in ruolo gia’ autorizzate”. “Bisogna riaccendere il dialogo con gli esperti del settore ed il personale – osserva Marcello Pacifico di Anief-Confedir -. Ricordiamo che l’ex ministro Berlinguer si era dovuto dimettere dall’incarico per molto meno. Se invece la maggioranza vuole procedere a tappe forzate, almeno si graduino gli albi territoriali per eliminare la discrezionalita’ sulle assunzioni e si attribuisca al collegio docenti e alle Rsu la condivisione delle scelte del dirigente e del comitato di valutazione sull’assegnazione dei fondi del merito”