Home Attualità Decreto 36, Gavosto: “Mette al centro la formazione dei docenti, ma non...

Decreto 36, Gavosto: “Mette al centro la formazione dei docenti, ma non definisce un percorso di carriera”

CONDIVIDI

Nell’ambito del Festival Internazionale dell’Economia, di scena a Torino, si è svolto questa mattina al liceo D’Azeglio l’incontro con il Ministro Bianchi dal titolo “Istruzione, crescita e uguaglianza”.

A partecipare anche il direttore della Fondazione Agnelli Andrea Gavosto che si è espresso così sul Decreto 36:

Icotea

“Il Decreto 36 ha un grande punto di forza e un limite serio. Il punto di forza è che mette finalmente al centro la formazione didattica dei docenti delle scuole secondarie. La loro capacità di insegnare e di lavorare bene in aula va verificata attraverso un esame serio di abilitazione prima  dell’assunzione. Questo deve essere vero per tutti, inclusi i precari che insegnano da 36 mesi. Il limite del decreto è che non definisce un reale percorso di carriera dei docenti, in base alle loro competenze e a alle responsabilità che si assumono nella vita della scuola, passaggio necessario per superare la progressione retributiva basata solo sull’anzianità”.