Home I lettori ci scrivono Deportati e non, precari GaE che litigano per le briciole!

Deportati e non, precari GaE che litigano per le briciole!

CONDIVIDI

Stiamo scavando… dopo aver toccato il fondo! Prima ho assistito al mercato delle “vacche”… cioè ogni sigla di precari che avevano prodotto domanda fase c, a reclamare un posto di potenziamento, un piccolo spazio nel PTOF, e via di comunicati e di lettere, di appelli, di pressioni a destra e a manca, per un posto di potenziamento in più!

Così per esempio gli amici delle materie giuridiche economiche che si proponevano di fare potenziamento di qua e di là nelle scuole elementari e/o medie; del tutto ridicolo. Solo per avere un posticino da tappabuchi… oppure quelli di filosofia, oppure quelli di educazione motoria… ce n’è per tutti… eccetera… ecc..

Icotea

Ora sto assistendo a un’altra guerra tra poveri. Come tanti “sciacalli”, “avvoltoi” o “gabbiani” che litigano per le briciole, le bagattelle, per delle cattedre non disponibili (commi 6-7 art. 7 CCNI) perché l’organico di fatto non esiste più o comunque è in via di estinzione. Ma esiste l’organico dell’autonomia composto dai posti di diritto (comuni), sostegno, potenziamento e (posti fantasma comma 69/art.1 /L.107).

Poi, leggendo, l’ipotesi di CCNI sottoscritto il 10 febbraio 2016, non ancora avallato dalla Funzione pubblica, che in realtà dovrebbe bocciarlo visto l’art. 1/L.107, comma “196 Sono inefficaci le norme e le procedure contenute nei contratti collettivi, contrastanti con quanto previsto dalla presente legge.”, in questo CCNI, all’art. 8 intitolato appunto: “sedi disponibili per le operazioni di mobilità” andate a leggerlo, in collegato disposto con l’art. 7, non si parla di organico di fatto ma di posti non disponibili e posti disponibili per la mobilità.

Prima vi voglio ricordare che la mobilità si svolge in 8 sequenze: A( Sotto fasi A A1 A2); B (SOTTOFASI B B1 B2), poi sequenza C e infine sequenza D. Che porcata!

Innanzitutto: i rientri, assegnazione e restituzioni in ruolo precedono tutta la mobilità (art. 7); poi ci sono le otto fasi che ho scritto sopra, cioè mobilità comma 108 modificato dal CCNI 10 febbraio 2016.

All’art. 8 del CCNI appunto non si fa mai riferimento a posti di fatto o assegnazioni provvisorie ma si parla sempre di posti vacanti e disponibili compresi quelle assegnati quest’anno in fase b c da GaE della 107, perché quelli da GM vengono accantonati (comma 9 art. 7 CCNI).

Soltanto il comma 6 parla di posti non disponibili e vacanti a seguito di passaggio di ruolo in altro ordine di scuola con medesima decorrenza del trasferimento (c’è un eccezione a questa regola è il comma 4 art. 7 – restituzione in ruolo-), mentre sono disponibili i posti se i passaggi sono avvenuti in data precedente all’inizio di mobilità.

Poi per il comma 7 non sono disponibili i posti la cui vacanza non è stata trasmessa al sistema informativo entro i termini fissati da disposizioni ministeriali.

Quindi esclusi i posti e le cattedre dei commi 6-7, tutti gli altri che sono comunicati prima dei termini al sistema informativo sono tutti posti vacanti e disponibili per la mobilità 2016/17.

Infine le cattedre o posti dei commi 6-7 non sono disponibili per assegnazione definitiva di sede a decorre dall’inizio dell’anno scolastico successivo, per cui potranno essere utilizzate limitatamente a un solo anno scolastico.

Innanzi tutto i docenti fase b e c devono essere gioco forza assegnanti all’interno di un ambito e coprire un qualsiasi posto vacante e disponibile trasmesso entro i termini.

Poi i posti “residuati”, passatemi il termine, possono essere utilizzati per supplenze!

Unico dubbio gli eventuali posti per il presunto concorso 2016. Quindi, secondo voi quanti posti resteranno disponibili per le supplenze o per il ruolo dopo la mobilità 2016/2017?

Briciole, inezie, qualche bruscolino.