Home Contabilità e bilancio Detrazioni sui costi per l’istruzione

Detrazioni sui costi per l’istruzione

CONDIVIDI

È chiaro che nelle spese per la frequenza ai corsi di istruzione secondaria e universitaria sono compresi anche i Conservatori di musica e gli istituti musicali pareggiati.
A fare il punto sulle detrazioni nelle spese per l’istruzione è il So0le 24 Ore che indica dunque un ulteriore modo per risparmiare nel settore della cultura.
In particolare l’anno scorso oltre 2 milioni di italiani hanno dichiarato spese per 1,775 miliardi di euro, il 5% in più rispetto all’anno precedente.
Gli importi più elevati oggetto della detrazione vengono dichiarati dai lombardi, per un totale di 322 milioni di euro spesi in corsi didattici e master; al secondo posto i laziali per un totale di 184 milioni di euro; al terzo posto i campani, per un totale di circa 172 milioni di euro.

Anche nelle spese sanitarie, scrive sempre Il Sole 24Ore, è possibile chiedere le detrazioni che sono del 19%.
Nel 2013 16,4 milioni di italiani (l’anno scorso erano 15,68 milioni) hanno dichiarato circa 15,2 miliardi di euro di spese sanitarie, comprese quelle per i portatori di handicap e per l’acquisto di cani guida. Si tratta di circa 800 milioni di euro in più dichiarati rispetto all’anno scorso, a conferma della sempre maggiore sensibilità da parte degli italiani al tema delle detrazioni fiscali. Per quanto riguarda i costi sostenuti per assumere una badante (addetti all’assistenza personale), nonostante l’incremento rispetto all’anno precedente sono ancora solamente 125mila gli italiani che dichiarano queste spese al fine di ottenere la detrazione del 19% (nel 2011 erano poco più di 113mila), a conferma del fatto che si tratta di un mercato dove purtroppo dilaga ancora il lavoro sommerso. E in questo caso, comunque, è l’Emilia Romagna a dichiarare l’ammontare più elevato, per un totale di 22 milioni di euro spesi per assumere una badante. In Lombardia, invece, gli oneri detraibili per l’assistenza personale sono pari a 35,9 milioni di euro.

Icotea