Home Sicurezza ed edilizia scolastica Di Menna: “un provvedimento positivo”

Di Menna: “un provvedimento positivo”

CONDIVIDI
webaccademia 2020

“E’ strumento fondamentale sia per la progettazione della tipologia degli interventi che per determinarne le priorità”. E’ quanto afferma il segretario generale della Uil Scuola, Massimo Di Menna, commentando quanto varato dal Cdm per l’edilizia scolastica. “Rappresenta la fotografia di tutti gli edifici scolastici con la tipologia degli interventi da realizzare, dalla semplice sistemazione dell’impianto elettrico all’abbattimento per inagibilità totale. I dati – prosegue Di Menna – una volta definita l’anagrafe, sullo stato degli edifici vanno resi pubblici, messi on line. Questo per consentire a tutti di conoscere in che condizione sono gli edifici scolastici e di monitorare gli interventi programmati”. 
“La previsione di un commissario ad acta è una misura necessaria. In caso di inadempienza – sottolinea il leader della Uil Scuola – va previsto un intervento di surroga dello stato.Va previsto un intervento di surroga dello Stato in caso di enti inadempienti. Non basta dire questi soldi non ve li diamo. 
Occorre prevedere la figura di un commissario ad acta che, in caso di inottemperanza degli enti, porti a buon fine gli interventi finanziati e cantierabili. Semplificare al massimo: giusta la decisione di una cabina di regia. Sia la presidenza del Consiglio ad assumere direttamente il coordinamento, la trasparenza e la responsabilità degli interventi. 
Bisogna evitare i finanziamenti a pioggia – conclude – Selezionare le priorità in base alle emergenze.

Preparazione concorso ordinario inglese