Home Attualità Didattica a distanza, Gissi: “Chi consegnerà i device alle famiglie? Molti ragazzi...

Didattica a distanza, Gissi: “Chi consegnerà i device alle famiglie? Molti ragazzi si negano durante le lezioni”

CONDIVIDI

“Sugli 85 milioni stanziati dal Governo per la didattica a distanza ci sono molte aspettative. Tuttavia le difficoltà non mancano. Tra queste, una certa difficoltà nel reperimento dei materiali perché le aziende consegnano con tempi lunghi e nelle procedure da parte dei dirigenti scolastici. Poi c’è tutta la questione relativa al comodato d’uso: la sottoscrizione delle famiglie per l’acquisizione dei materiali e le difficoltà relative alla distribuzione della copertura della rete, quindi chiavette o altri dispositivi”.

Inoltre, sarà da individuare anche “chi dovrà consegnare i vari device e quindi attivare la Protezione civile o le Polizie locali per evitare che ci sia una mobilità tra le persone”. Così all’agenzia Dire il segretario della Cisl Scuola, Maddalena Gissi, commentando benefici e difficoltà nella ripartizione delle risorse per la didattica a distanza.

Icotea

Didattica a distanza, riparto 85 milioni: un terzo a Lombardia, Campania e Sicilia [INCHIESTA ESCLUSIVA]

“In tutto questo – ha aggiunto Gissi – molti genitori chiedono pacchi di pasta o aiuti di natura economica”.

E ancora, “sono molti anche i ragazzi e bambini che non vengono raggiunti perché non rispondono al telefono o si negano. In altre realtà ancora fanno finta di seguire ma in realtà hanno i microfoni spenti. Per non parlare della difficoltà della gestione degli strumenti informatici in quelle famiglie con più figli”.

“Da segnalare – inoltre  ha sottolineato ancora la sindacalista- la generosità di molti docenti che stanno cercando di sopperire anche con strumenti che non sono necessariamente le piattaforme. Le criticità sono molte, speriamo che nei prossimi giorni ci siano delle indicazioni migliori”.

Normativa

CLICCA QUI PER SCARICARE LA NOTA MINISTERIALE n.562 con le istruzioni operative  

Decreto Ministeriale n. 186 del 26 marzo 2020

Decreto contenente i criteri di riparto delle risorse finalizzate alla pulizia straordinaria degli ambienti scolastici ai sensi dell’art. 77 del Decreto-legge n.18 del 17 marzo 2020

Decreto Ministeriale n. 187 del 26 marzo 2020

Decreto di riparto dei fondi e degli assistenti tecnici a tempo determinato ai sensi dell’articolo 120, comma 5 del decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18 e misure per l’emergenza

Allegato 1 (riparto delle risorse per le scuole)

Allegato 2 (assistenti tecnici)

Come fare didattica a distanza: consigli e soluzioni

CORONAVIRUS – TUTTI GLI AGGIORNAMENTI

Nuovo Modello Autodichiarazione 26.03.2020 Editabile

LE FAQ UFFICIALI

Coronavirus e scuole chiuse, tutto quello che c’è da sapere: norme e info utili