Home I lettori ci scrivono Docente sospesa, un gravissimo precedente. Riaffermiamo alcuni principi

Docente sospesa, un gravissimo precedente. Riaffermiamo alcuni principi

CONDIVIDI
webaccademia 2020
Quanto accaduto alla professoressa Rosa Maria Dell’Aria, al di là di come si concluderà (l’unica conclusione per me accettabile è il ritiro del provvedimento, il risarcimento per il danno arrecato e il disconoscimento dell’operato del Dirigente dell’Ufficio Scolastico Marco Anello da parte del Miur e dell’Ufficio scolastico della Regione Sicilia), si profila come un gravissimo precedente e un chiaro atto di intimidazione nei confronti della scuola della Repubblica, dei docenti e degli studenti. Ha quindi segnato un punto di non ritorno.
Adesso è indispensabile riaffermare l’insindacabilità di alcuni principi.

La scuola della Repubblica è scuola della Costituzione e la nostra Costituzione è antifascista! Gli attacchi subiti dai docenti nell’esercizio della propria professione, si sono moltiplicati in modo esponenziale nell’ultimo periodo. E’ necessario quindi riaffermare che la scuola, come organo costituzionale dello Stato, è tenuta a ripudiare e combattere il fascismo in ogni sua forma, educando i ragazzi e le ragazze a riconoscerne le avvisaglie nel mondo che li circonda e ad attrezzarli per affrontarle.
Esattamente come ha fatto la professoressa Rosa Maria e come dovremmo fare noi insegnanti ogni giorno. Invito quindi tutti i docenti a presentare nei prossimi collegi una mozione per richiedere che nel prossimo Ptof e nell’apertura della pagina del sito del proprio Istituto sia dichiarato quanto segue: “Questa scuola è antifascista, antirazzista, antisessista e antiomofoba. Questa scuola garantisce la libertà d’insegnamento (art.33 della Costituzione) e la libertà di espressione degli studenti (art.21 della Costituzione).
Il diritto alla libera manifestazione del proprio pensiero finisce dove inizia l’istigazione al fascismo o al razzismo, che non rientrano nelle opinioni personali ma sono reato”.
Barbara Morleo
Preparazione concorso ordinario inglese