Home Attualità Docenti e collaboratori scolastici dovranno segnalare gli alunni con “sintomi influenzali”

Docenti e collaboratori scolastici dovranno segnalare gli alunni con “sintomi influenzali”

CONDIVIDI
webaccademia 2020

Alla ripresa delle lezioni docenti e personale Ata avranno una incombenza in più: graverà infatti su di loro “l’obbligo di informare tempestivamente il Dirigente scolastico o un suo delegato della presenza di qualsiasi sintomo influenzale durante l’espletamento della propria prestazione lavorativa o della presenza di sintomi negli studenti presenti all’interno dell’istituto”.
La disposizione è contenuta nel Protocollo d’intesa sottoscritto da Ministero e sindacati.
L’obbligo assume un rilievo importante perché disattenderlo potrebbe significare contribuire alla eventuale diffusione del virus.

Quindi docenti e Ata (soprattutto collaboratori scolastici e assistenti tecnici che più di altri sono a contatto con gli alunni) dovranno prestare molta attenzione alle condizioni personali degli studenti.
La disposizione si presta però a qualche dubbio interpretativo e applicativo: docenti e Ata hanno competenze e conoscenze tecniche adeguate a “riconoscere qualsiasi sintomo influenzale”?
Non c’è il rischio che, per evitare responsabilità, qualche docente e qualche collaboratore scolastico segnali al dirigente ogni starnuto di troppo?

LEGGI ANCHE

Ritorno a scuola, Azzolina: “Regole chiare dal protocollo di sicurezza. Si guarda anche al futuro”

ICOTEA_19_dentro articolo

Ritorno a scuola, come funzionano l’ingresso e l’uscita: indicazioni del protocollo di sicurezza

Riapertura scuole: organizzazione delle lezioni, aule professori e mensa scolastica. Come gestire gli spazi comuni

I DOCUMENTI UTILI PER IL RITORNO A SCUOLA

IL TESTO DEL PROTOCOLLO DI SICUREZZA

LINEE GUIDA RIENTRO A SETTEMBRE

LINEE GUIDA FASCIA 0-6 ANNI

LINEE GUIDA DIDATTICA DIGITALE INTEGRATA

Preparazione concorso ordinario inglese