Home Alunni Dopo la tragedia di Marcinelle: come venivano trattati i minori italiani in...

Dopo la tragedia di Marcinelle: come venivano trattati i minori italiani in Belgio

CONDIVIDI

Restaurato il film ‘maledetto’ di Paul Meyer sui minatori italiani in Belgio Il film Déjà s’envole la fleur maigre, da un verso di Quasimodo, girato dopo la catastrofe di Marcinelle, segnò per sempre la vita del regista belga. La Cinematek Royale Belgique lo ha restaurato

Dopo un lungo silenzio, grazie al restauro della Cinematek Royale Belgique di Bruxelles, alla Rassegna “Il cinema ritrovato” della cineteca di Bologna torna “Déjà s’envole la fleur maigre” di Paul Meyer. Il film racconta le storie dei minatori italiani in Belgio e le difficoltà dell’integrazione e fu girato dopo la tragedia di Marcinelle.

Icotea

Il lungometraggio, che racconta la storia di quando gli emigrati eravamo noi, costò caro e segnò per sempre la vita del regista. Il racconto di Alessandra Solarino. Miniere del Borinage, 1959-60 Tre anni dopo la catastrofe di Marcinelle, il ministero dell’Istruzione pubblica del Belgio commissiona a Paul Meyer un cortometraggio per raccontare come fosse cambiata in meglio la vita degli emigrati italiani in Belgio, e le meraviglie dell’integrazione dei figli dei minatori nelle scuole. Ma quando il regista arriva nella regione delle miniere, la sua macchina da presa racconta una storia diversa, quella di un’integrazione ancora difficile, in uno scenario di miseria e nel declino economico della Vallonia. E invece di un corto gira un lungometraggio di 80 minuti. Il film si chiama Deja s’envole la fleur maigre, già vola il fiore magro, da un verso di Quasimodo.

 

LA TECNICA DELLA SCUOLA E’ SOGGETTO ACCREDITATO DAL MIUR PER LA FORMAZIONE DEL PERSONALE DELLA SCUOLA E ORGANIZZA CORSI IN CUI È POSSIBILE SPENDERE IL BONUS.

{loadposition bonus}

 

L’accoglienza del Belgio è molto dura e la pellicola esce in sala quasi clandestinamente. Meyer viene denunciato per appropriazione di fondi pubblici e da allora viene emarginato dal suo Paese. Sul tema dei minatori italiani tornerà nel secondo e ultimo film, rimasto incompiuto.  (RaiNews)