Home Attualità E il Ministero ricorda l’impresa di Fiume

E il Ministero ricorda l’impresa di Fiume

CONDIVIDI
webaccademia 2020

Postumia e le sue splendide grotte sono di nuovo italiane?
Il Ministero è riuscito a rinnovare i fasti dell’impresa di Fiume o si tratta di una anticipazione del centenario della proclamazione da parte di Gabriele D’Annunzio dello Stato libero del Carnaro avvenuta esattamente il 12 agosto del 1920?

Non lo sappiamo, ma una cosa è certa: il post pubblicato sulla pagina facebook del coordinatore nazionale della Gilda Rino Di Meglio induce quanto meno a sorridere un po’.

Di Meglio riferisce che alcuni docenti del Friuli Venezia Giulia accedendo al sistema di Istanze on line si sono trovati di fronte ad un elenco di Comuni della provincia di Trieste un po’ strano.
Leggere per credere.

ICOTEA_19_dentro articolo

Più di uno dei Comuni elencati non solo non fa parte della provincia di Trieste ma addirittura non è più nemmeno italiano, perlomeno dal 1954 quando a Londra venne firmato un accordo fra Italia e Jugoslavia per la definizione della questione triestina (già nel 1947 – dopo i Trattati di Parigi, però, diversi territori avevano cessato di essere sotto la piena giurisdizione italiana).

Non sappiamo esattamente come mai il servizio di Istanze on Line consideri ancora “italiane” alcune località che ormai sono o croate o slovene, magari il Ministero potrebbe spiegarlo: sarebbe un utile contributo alla ricostruzione di un pezzo importante della storia del nostro Paese.

CONDIVIDI
Preparazione concorso ordinario inglese