Home Archivio storico 1998-2013 Handicap Emanata la direttiva per gli alunni bisogni educativi speciali

Emanata la direttiva per gli alunni bisogni educativi speciali

CONDIVIDI
  • Credion
Tra gli aspetti trattati dalla direttiva del 27 dicembre 2012 appena pubblicata sul sito del Miur e riguardante “strumenti d’intervento per alunni con bisogni educativi speciali e organizzazione territoriale per l’inclusione scolastica”, il Ministero illustra quali sono gli interventi messi in campo per i Bisogni Educativi Speciali (BES)
In particolare, viene evidenziata la necessità di elaborare un percorso individualizzato e personalizzato per alunni e studenti con bisogni educativi speciali, anche attraverso la redazione di un Piano Didattico Personalizzato, individuale o anche riferito a tutti i bambini della classe con BES, ma articolato, che serva come strumento di lavoro in itinere per gli insegnanti ed abbia la funzione di documentare alle famiglie le strategie di intervento programmate.
Con determinazioni assunte dai Consigli di classe, risultanti dall’esame della documentazione clinica presentata dalle famiglie e sulla base di considerazioni di carattere psicopedagogico e didattico, le scuole possono avvalersi per tutti gli alunni con bisogni educativi speciali degli strumenti compensativi e delle misure dispensative previste dalle disposizioni attuative della Legge 170/2010 (DM 5669/2011).
Fondamentale è anche la necessità di adottare una didattica che sia denominatore comune per tutti gli alunni e che non lasci indietro nessuno, una didattica inclusiva più che una didattica speciale.
In tal senso, alle richieste di approfondimento e accrescimento delle competenze di docenti e dirigenti scolastici, il Miur ha sottoscritto un accordo quadro con le Università presso le quali sono attivati corsi di scienze della formazione finalizzato all’attivazione di corsi di perfezionamento professionale e/o master rivolti al personale della scuola.
A partire dall’anno accademico 2011/2012 sono stati attivati 35 corsi/master in “Didattica e psicopedagogia dei disturbi specifici di apprendimento” in tutto il territorio nazionale ed è ora stata predisposta una ulteriore offerta formativa che si attiverà sin dal corrente anno scolastico su alcune specifiche tematiche emergenti in tema di disabilità, con corsi/master dedicati alla didattica e psicopedagogia per l’autismo, l’ADHD, le disabilità intellettive e i funzionamenti intellettivi limite, l’educazione psicomotoria inclusiva e le disabilità sensoriali.