Home Politica scolastica Faraone confida nella velocità del Parlamento

Faraone confida nella velocità del Parlamento

CONDIVIDI

Mai più precari nella scuola d’ora in poi si entrerà in ruolo solo per concorso. Un preside-sindaco che sceglie i docenti di cui ha bisogno e che premia i più meritevoli, istituti aperti il pomeriggio e classi pollaio eliminate. Alternanza scuola-lavoro notevolmente potenziata alle scuole superiori. Riforma del sostegno e un anno di prova veramente selettivo.

Sono solo alcuni punti del disegno di legge presentato stasera, un provvedimento che ridisegna una scuola a misura di studenti, docenti e dirigenti scolastici. Maggiore libertà d’iniziativa, maggiori risorse, maggiore coerenza con il territorio in cui un istituto si trova: solo così la scuola può essere traino per la crescita del nostro Paese e luogo di costruzione e sperimentazione del futuro dei nostri ragazzi.

Icotea

È chiaro che per far sì che questa riforma dia i suoi effetti già dal prossimo anno scolastico il Parlamento deve lavorare a ritmi serrati.

La scuola è di tutti e tutti ne siamo responsabili”. La palla passa quindi al parlamento, ed è prevedibile un susseguirsi di cambiamenti che sicuramente renderanno il testo finale diverso da quello discusso nel Consiglio dei Ministri.