Home Sicurezza ed edilizia scolastica Freddo e topi in un liceo e la preside si rivolge al...

Freddo e topi in un liceo e la preside si rivolge al legale

CONDIVIDI

“Mi rivolgerò ad un avvocato, perché questo è un attentato al diritto allo studio”: a dirlo la preside del liceo artistico ‘Petrocchi’ di Pistoia, dopo che, al rientro dalle vacanze natalizie, studenti e insegnanti hanno trovato la scuola senza riscaldamento perché la caldaia era andata in blocco. Le temperature all’interno di alcune aule erano scese addirittura sotto lo zero.

 “La nostra – spiega la preside – è una scuola sfortunata perché appena piove, siccome il tetto è da rifare, viene dichiarata inagibile. Adesso siamo pure al freddo, nonostante avessimo chiesto di accendere il riscaldamento, viste le temperature, almeno due giorni prima della riapertura. Oggi ci sono ancora aule non riscaldate, come nella sede distaccata di San Leone”.

Icotea

 

{loadposition carta-docente}

 

E se il rientro dalle vacanze è stato disagiato per molti plessi della provincia di Pistoia, al liceo artistico c’è dell’altro. “Proprio stamani ci hanno comunicato che la sede storica è invasa dai topi. Aggiungo che nella succursale di Quarrata i ragazzi non fanno ginnastica da settembre, perché il Comune non ha ancora stipulato la convenzione per l’utilizzo della palestra. Questo è un complotto nei confronti di una scuola che sta andando bene e che conta oltre mille iscritti, per questo mi rivolgerò ad un legale”.