Home Attualità I genitori picchiano e umiliano la figlia, “Cenerentola” salvata dalla scuola

I genitori picchiano e umiliano la figlia, “Cenerentola” salvata dalla scuola

CONDIVIDI
  • Credion

Chi non ricorda la storia di Cenerentola? La bimba umiliata e sottoposta alle angherie della famiglia, ridotta ai lavori più umili malgrado la bontà d’animo e la bellezza esteriore. A volte, le favole si realizzano. E non sempre fanno sorridere.

A segnalare il caso è stato l’istituto scolastico

Nell’astigiano, una storia del genere è accaduta ad una bambina di 10 anni, ridotta quasi in schiavitù dalla sua stessa famiglia macedone, composta da genitori di 46 e 36 anni.

Icotea

A salvarla è stata la scuola frequentata dalla piccola, che ha segnalato il caso alle autorità competenti: di lì a poco sono partite le indagini, coordinate dal sostituto procuratore di Asti, Donatella Masia, che purtroppo ha confermato i sospetti.

Genitori condannati ad oltre tre anni di carcere

La coppia, riporta l’Ansa, è stata condannata a tre anni e otto mesi e tre anni e quattro mesi, a seguito del rito abbreviato dal giudice del tribunale di Asti, Alberto Giannone.

La piccola Sara (nome di fantasia) veniva sistematicamente maltrattata, da qui il nome ‘Cenerentola’ dato all’operazione condotta nel 2016 dai militari della Compagnia di Canelli.

Sembra anche che alla piccola non venissero risparmiate le ‘botte’: gli inquirenti hanno verificato che veniva picchiata, in alcuni casi con bastoni e oggetti contundenti, e riceveva spesso insulti, umiliazioni e minacce di morte.

I militari hanno riscontrato delle frasi orribili, rivolte sempre dai genitori alla bambina: “Ti carico in macchina e ti butto come immondizia”, “ti porto in montagna e ti faccio mangiare da lupi e cinghiali”.