Home Generale Geografia e Storia dell’Arte, 100 deputati chiedono a Giannini di salvarle

Geografia e Storia dell’Arte, 100 deputati chiedono a Giannini di salvarle

CONDIVIDI

Sono più di 100 le firme dei deputati all’interrogazione al ministro dell’Istruzione, Stefania Giannini, per chiederle di assicurare, sin dal prossimo anno scolastico, il rilancio effettivo dell’insegnamento della Geografia e della Storia dell’Arte nelle scuole italiane.

L’iniziativa, che ha come firmatario Alessandro Zan, deputato di Sinistra Ecologia e Libertà, e che riunisce deputati di Sel, del Partito Democratico, del Movimento 5 Stelle e di Scelta Civica, sarà presentata a sostegno della petizione ‘SalvArte’, lanciata sulla piattaforma Change.org dal presidente della fondazione Univerde, l’ex ministro dell’Ambiente Pecoraro Scanio, che ha raccolto in poche settimane decine di migliaia di firme, giungendo ormai alle 111.000 adesioni di cittadini italiani che chiedono di “salvare gli insegnamenti della Geografia e della Storia dell’Arte”.

Icotea

“Giovedì mattina (17 aprile n.d.r.) alla presenza di Pecoraro Scanio, tra i promotori dell’iniziativa sul web, – ha spiegato Zan – consegnerò a Stefania Giannini le firme dei deputati che hanno sottoscritto la richiesta, e inviterò personalmente il Ministro a dare una risposta alle decine di migliaia di cittadini e ai moltissimi tra docenti, associazioni, realtà di impegno civile e sociale che chiedono al Governo di assicurare in modo chiaro il ripristino e il potenziamento dell’insegnamento di tali materie. Credo – conclude il parlamentare – che sia arrivato il momento di osservare il proclamato impegno del presidente del Consiglio Matteo Renzi sulla priorità da assegnare al rilancio della scuola, e di evitare così un ulteriore peggioramento dei danni già provocati a essa dalle riforme Gelmini”.