Home Alunni Geometra: calano gli iscritti all’Istituto Tecnico

Geometra: calano gli iscritti all’Istituto Tecnico

CONDIVIDI

“La riduzione del numero dei candidati all’esame di abilitazione alla libera professione di geometra, registrato nell’anno in corso, è la naturale conseguenza della sostanziale diminuzione del numero delle iscrizioni all’Istituto Tecnico di riferimento, ossia all’Istituto Tecnico, settore Tecnologico, indirizzo Costruzioni Ambiente e Territorio, in vigore dall’anno scolastico 2010/2011”.

Lo scrive ediltecnico.it che aggiunge pure: “La diminuzione del numero di iscrizioni a tale Istituto è avvenuta a seguito della riforma della scuola secondaria di secondo grado, che ha previsto la confluenza del precedente Istituto Tecnico per Geometri nell’attuale istituto diverso per modulazione delle materie di insegnamento, ma, soprattutto, per la mancanza chiara e immediata della connotazione di un percorso a una professione: il Geometra”.

Icotea

 

{loadposition carta-docente}

 

A parte l’impegno per intervenire concretamente a contenere la crisi delle iscrizioni (orientamento, un progetto per la Laurea del Geometra, specifici corsi di preparazione) la categoria precisa che il profilo dei geometri italiani tracciato da due ricerche dell’Università di Genova e del Future Concept Lab di Milano, presentate in aprile durante “Valore geometra”, l’evento organizzato dal Consiglio nazionale geometri e geometri laureati, dalla Cassa italiana previdenza ed assistenza geometri liberi professionisti e dalla Fondazione geometri italiani. I geometri professionisti negli ultimi anni hanno saputo affrontare la crisi dell’edilizia modificando la tipologia di servizi offerti e adattandosi alle esigenze. Capacità di adattamento, quindi. Per esempio, le pratiche per il catasto fabbricati sono scese dal 48,1 al 45,6%; le certificazioni energetiche, che richiedevano nuove competenze per i geometri, dal 2006 al 2016 sono quadruplicate.