Home Ordinamento scolastico Giannini: puntare su istruzione terziaria e alternanza con lavoro

Giannini: puntare su istruzione terziaria e alternanza con lavoro

CONDIVIDI
webaccademia 2020

La ministra dell’istruzione, Stefania Giannini, a margine del convegno alla Bocconi ha dichiarato che per dare slancio all’occupazione e quindi alla produttività occorre in primo luogo “attuare puntualmente la riforma 107 della Buona Scuola, che non è solo un dato legislativo ma anche culturale” e poi “spostare l’attenzione sul secondo segmento della filiera della conoscenza di istruzione superiore perchè manca un rapporto integrato tra mondo delle imprese e università”.

LA TECNICA DELLA SCUOLA E’ SOGGETTO ACCREDITATO DAL MIUR PER LA FORMAZIONE DEL PERSONALE DELLA SCUOLA E ORGANIZZA CORSI IN CUI È POSSIBILE SPENDERE IL BONUS.

{loadposition bonus}

ICOTEA_19_dentro articolo

Secondo la ministra in Italia “manca un’istruzione terziaria che dia ai nostri ragazzi un orientamento precoce e quindi la possibilità di avere una professionalizzazione che poi li immetta in un mondo del lavoro che chiede competenze nuove, in grado di occupare posti qualificati. Tutto, questo è il lavoro che ci aspetta e siamo pronti a farlo”.

Sui tempi di attuazione del programma, il ministro Giannini ha sottolineato che “la legislatura dura ancora due anni quindi si parte subito per arrivare puntualmente, come abbiamo fatto con la riforma della scuola”. Del resto, ha ribadito il ministro già la riforma della Buona Scuola si sviluppa “non tanto stimolando nuove capacità, ma integrando un sistema educativo molto solido, come quello italiano basato sulla conoscenza soprattutto frontale, in un sistema educativo che invece sia anche orientato alle competenze, sia aperto al mondo del lavoro e sia strutturalmente orientato all’alternanza scuola-lavoro”.

Preparazione concorso ordinario inglese